Palermo, lo sfogo di Zamparini: “Esco da incubo. Giorno cessione uno dei più belli”

Zamparini

Dopo un lungo rapporto fatto sia d’amore che d’odio, è giunta al termine l’era di Maurizio Zamparini alla presidenza del Palermo.

Queste parole d’addio ai microfoni di PalermoToday dell’ormai ex presidente rosanero, le cui quote verranno acquistate da una società inglese di cui non è ancora stata specificata l’identità:

“Ho dato molto, ma è evidente che non sono stato compreso. Sono un friulano che si è comportato bene, al di fuori delle vostre regole palermitane. Lascio il Palermo primo in classifica, ma anche per questo mi avete insultato. Ricevere così tanto fango da parte della città a cui ho dato tanto mi porta a considerare il giorno della cessione come uno dei più belli. Esco da un incubo, non vorrò più parlarne. Sia chiaro che non ce l’ho con nessuno, poiché mi ritengo una persona capace di amare e non di odiare”.

CONDIVIDI