Olympiacos-Milan, pessima gara dell’arbitro: rigore inesistente e dubbi sul primo gol greco

gattuso
Intervenuto in conferenza stampa post gara col Tottenham nella I.C.C., il tecnico rossonero fa il punto sui suoi e sul mercato

Quella di ieri sera ad Atene è stata una serata nerissima per il Milan, con la dura sconfitta per 3-1 contro l’Olympiacos che è costata una clamorosa eliminazione dall’Europa League nonostante l’ottima situazione del girone prima della gara contro i greci. 

Protagonista del match, seppur decisamente in negativo, è stato l’arbitro della sfida, il francese Benoit Bastien, il quale avrebbe commesso numerosi errori decisivi. Ecco di seguito la moviola della Gazzetta dello Sport che ratifica il tutto: “Bastien fatica a controllare una partita nervosa e difficile, ma soprattutto sbaglia nell’episodio chiave quando fischia un rigore dopo un presunto contatto in area tra Abate e Torosidis: il difensore rossonero col braccio sinistro tocca leggermente la schiena dell’avversario mentre salta per colpire il pallone.

Dubbi anche al 15’ s.t.: l’azione del primo gol greco sembra cominciare dalla bandierina in modo irregolare. L’arbitro non è sempre lucido neanche sui cartellini gialli: giusti quelli di Calhanoglu che stende Fetfatzidis, di Koutris che ferma la corsa di Castillejo, di Cisse su Higuain e di Reina per perdita di tempo. Esagerata quella di Bakayoko su Fetfatzidis. Sul 2-1 milanista non ci sono dubbi: la palla colpita da Zapata supera nettamente la linea”.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.