Natale al Novantesimo – Cosa serve sotto l’albero della Fiorentina

Sede del mercato di gennaio
Hotel dove si svolge il mercato di gennaio

Benvenuti a una nuova puntata di “Natale al Novantesimo”, rubrica targata Novantesimo. La squadra protagonista dell’episodio odierno è la Fiorentina, di cui di seguito vi proponiamo i possibili desideri in vista del Natale, o meglio del mercato di gennaio.

Dopo un precampionato caratterizzato dalle ansie derivanti dalla rivoluzione della rosa attuata dal direttore generale Pantaleo Corvino, con le numerose cessioni concretizzate, tra le quali spiccano quelle di Kalinic, Borja Valero e Bernardeschi, la nuova Fiorentina di Stefano Pioli ha iniziato subito male la stagione con due sconfitte.
Era prevedibile però servisse un po’ di tempo, complice il rinnovo dell’intero undici titolare o quasi; infatti, dopo qualche settimana di rodaggio, l’ex tecnico di Inter e Lazio ha risollevato la squadra, riportandola in zona Europa.

Ecco, l’Europa: è questo l’obiettivo della squadra gigliata, il ritorno ai gironi di Europa League dopo un paio di stagioni di assenza. Attualmente i viola occupano il 9° posto insieme al Torino a quota 23 punti e distano 4 punti dal 6° posto, presieduto dalla Sampdoria, ma le ambizioni a cui aspirano non sono affatto utopiche.
L’attuale undici titolare promette molto bene, è solido e pragmatico ma al contempo molto pericoloso in avanti, con un giusto mix di giovani ed esperti. Servirebbe giusto qualche accorgimento per essere ancor più competitivi in vista del rush finale per la corsa all’Europa.

Cosa vorrebbero trovare i tifosi della Fiorentina sotto l’albero di Natale? In vista del mercato di gennaio…

– A tenere banco in casa Fiorentina è il futuro di Milan Badelj, il quale va in scadenza nel prossimo giugno ed è conteso da diversi top club di Serie A. L’onere di Pantaleo Corvino sarà quello di sostituirlo degnamente già nel prossimo gennaio per non farsi trovare impreparato di fronte a una sua possibile partenza anticipata.
Il profilo ideale corrisponde a Federico Viviani, regista della SPAL, il quale è arrivato sì solo la scorsa estate in quel di Ferrara, ma potrebbe essere affascinato dal progetto viola, in cui l’ex Bologna sarebbe uno degli uomini cardine.

Maxi Olivera non ha mai dato realmente certezze da quando è in viola, né in passato con Sousa, né tanto meno con Pioli. Per il laterale mancino si prospetta dunque una cessione a breve, con il club che dovrà rimediare alla sua partenza comprando un vice-Biraghi.
Un’idea intrigante potrebbe essere Giuseppe Pezzella, giovane terzino sinistro dell’Udinese, relegato a mera riserva di Ali Adnan, sebbene abbia sempre mostrato il proprio potenziale quando è sceso in campo.

– Infine, i tifosi gigliati in vista del nuovo anno si augurano di ritrovare il “vero” Saponara, il quale infortunio dopo infortunio è scomparso dai radar, ma pronto per tornare alla ribalta. Chissà, magari Pioli potrebbe optare per un 4-3-2-1 con Chiesa e l’ex Empoli alle spalle di Simeone, per un trio pieno di fantasia e brio alla ricerca dell’Europa.

Il mercato di gennaio li aspetta, Firenze torna a sognare?

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008