#NapoliSampdoria 3-2 – Azzurri che soffrono ma la spuntano comunque; Hamsik, è record!

Hamsik

Si gioca al San Paolo la partita tra Napoli Sampdoria, valevole per la 18′ giornata di campionato. Partenopei che riescono a vincere ma soffrendo, recuperando per 2 volte il vantaggio degli ospiti. Per gli azzurri le marcature sono di Allan, Insigne Hamsik, mentre per la Samp sono andati a segno Ramirez Quagliarella su rigore. Con questo risultato il Napoli resta in vetta al campionato, in attesa del risultato della partita tra Juventus Roma.

LA CRONACA

Pronti via e abbiamo già il primo gol, a segnare è Gaston Ramirez per la Sampdoria, che insacca alle spalle di Reina grazie ad una punizione da 30 metri, grandissimo gol per il trequartista doriano. La reazione degli uomini di Sarri però non si fa attendere, andando a sfiorare il pari al minuto 11, palla di Insigne per Mertens che dal limite stoppa e spalle alla porta prova la botta al volo, palla che esce di pochissimo. Il pari azzurro arriva al minuto 16: cross dalla sinistra di Mertens per Callejon, lo spagnolo tira al volo ma Viviano respinge male e la palla finisce sui piedi di Allan, che da pochi passi insacca agevolmente. La partita si svolge su ritmi molto alti, con entrambe le squadre molto pericolose in fase offensiva. Al minuto 26 viene concesso un rigore alla Samp, a provocarlo è stato Hysaj che ha abbattuto Ramirez in area; sul dischetto va Quagliarella che non sbaglia, portando il risultato sull’1-2. Azzurri che, trovandosi di nuovo sotto, spingono tantissimo nel tentativo di riagguantare il pari. Pari che arriva al minuto 33 grazie ad Insigne, abile a sfruttare una palla di Mertens, insaccando alle spalle di Viviano con un bel tiro al volo. Sfruttando l’entusiasmo e l’adrenalina del momento i partenopei riescono addirittura a trovare il vantaggio prima della fine del primo tempo, a segnare è Marek Hamsik ancora su una palla di Mertens. Lo slovacco con questo gol supera il record di Maradona di gol segnati con la maglia del Napoli, diventando di fatto il miglior marcatore della storia della squadra partenopea. Gli ultimi minuti del primo tempo passano senza particolari occasioni, squadre che dunque vanno negli spogliatoi sul risultato di 3-2 per i padroni di casa.

Il secondo tempo inizia seguendo la falsariga degli ultimi minuti del primo, col Napoli in pressing alto e la Samp che non riesce ad uscire dalla morsa azzurra. La partita intanto si innervosisce, sono parecchi infatti i cartellini tirati fuori dall’arbitro. Al minuto 60 Diawara batte una punizione da posizione interessante, ma Silvestre arriva prima di tutti e allontana di testa prima che la palla possa diventare pericolosa. Al minuto 67 la Samp ottiene un corner con cui potrebbe riagguantare il pari, ma anche in questo caso Albiol svetta su tutti e sventa il pericolo. Verso il 70esimo abbiamo un paio di cambi da entrambi i lati, per il Napoli esce Hamsik per Zielinski, mentre per la Samp esce Barreto per Verre; lo stesso Verre viene ammonito appena un minuto dopo l’ingresso in campo. Al minuto 74′ Quagliarella prova la botta da fuori, bel tiro dell’attaccante della Samp, ma la palla esce di pochissimo. Al 77′ la partita per il Napoli si complica, infatti Mario Rui si fa espellere per doppia ammonizione a causa di un fallo sciocco a centrocampo ai danni del neo entrato Kownacki. A causa di questa espulsione Sarri è costretto a richiamare in panchina Insigne per far entrare Maggio. La partita volge verso il suo termine e la situazione non sembra cambiare, sempre molto Napoli e poca Samp, con gli ospiti che però riescono a rendersi pericolosi in contropiede. Negli ultimi minuti la Samp però prova in tutti i modi a riagguantare il pari, con la situazione in campo che si capovolge, adesso sono gli ospiti a pressare mentre gli azzurri difendono. L’assalto finale però non porta a risultati, partita che termina dunque sul 3-2 a favore del Napoli.

NAPOLI-SAMPDORIA 3-2

NAPOLI (4-3-3): Reina 5,5; Mario Rui 5, Koulibaly 6,5, Albiol 5,5, Hysaj 5; Hamsik 7 (Zielinski 6), Jorginho 5,5 (Diawara 6), Allan 7; Insigne 7 (Maggio s.v.), Mertens 7, Callejon 6,5. A disp.: Chiriches, Giaccherini, Leandrinho, Maksimovic, Ounas, Rafael, Rog, Sepe. All.: Maurizio Sarri 6.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 5,5; Strinic 5 (Zapata s.v.), Silvestre 5, Ferrari 5, Bereszynski 5; Praet 5,5, Torreira 5,5, Barreto 6 (Verre 5,5), Ramirez 7; Caprari 5,5, Quagliarella 7 (Kownacki 6). A disp.: Andersen, Capezzi, Djuricic, Murru, Puggioni, Regini, Sala, Tozzo. All.: Marco Giampaolo 6.

MARCATORI: 2′ Ramirez (SAM); 16′ Allan (NAP); 27′ Quagliarella (SAM); 33′ Insigne (NAP); 39′ Hamsik (NAP).

AMMONITI: Strinic (SAM); Mertens (NAP); Hysaj (NAP); Viviano (SAM), Torreira (SAM); Verre (SAM); Ramirez (SAM).

ESPULSI: 77′ Mario Rui (NAP) (doppia ammonizione).

ARBITRO: Davide Massa (sez. Imperia).

NOTE: Recupero 1′ p.t., 3′ s.t.

TOP 90ESIMO: HAMSIK 7 – buona partita per lui, coronata da un gol molto pesante per due motivi: è sia il gol vittoria della partita di oggi che il gol del record, infatti grazie alla marcatura di oggi è diventato il miglior marcatore della storia del Napoli, superando Maradona.

FLOP 90ESIMO: MARIO RUI 5 – prestazione pessima, perde spesso l’uomo e il nervosismo gli provoca una doppia ammonizione che costringe la sua squadra a giocare buona parte del secondo tempo in inferiorità numerica.

CONDIVIDI
Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello "da divano" su FIFA.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008