E’ intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dopo la vittoria del suo Napoli sul Parma, l’allenatore dei partenopei Carlo Ancelotti. Il tecnico emiliano ha parlato di questo inizio di stagione degli azzurri: “Stiamo bene, siamo tutti motivati. Dalla partita con la Fiorentina abbiamo cominciando a difendere in maniera diversa e ci troviamo meglio. Quando abbiamo la palla è cambiato poco se non la posizione di Insigne che in questo momento è determinante per noi”. Alla domanda sulla partita di sabato ha poi risposto: “E’ un bel rompicampo, sarà complicato tutti hanno dimostrato di poter giocare in questa squadra”.

Successivamente ha spiegato le differenze tra il gioco di oggi e quello di domenica scorsa a Torino: “La maniera di attaccare varia molto dalla posizione dei terzini. Con Verdi e Callejon c’erano i terzini più bloccati. Oggi con Fabian Ruiz e Zielinski abbiamo allargato il gioco con i terzini che spingevano di più”. Sul perché Insigne e Koulibaly siano stati fatti partire dall’inizio anche stasera:  “E’ un momento. Koulibaly dal punto di vista fisico e Insigne è in un momento di vena particolare. Quando saranno stanchi li ruoterò come gli altri, ma credo che bisogna sfruttare il momento felice di un giocatore, in particolare di Lorenzo che marca con continuità”.

Il mister ha poi parlato delle motivazioni che lo hanno spinto ad accettar l’offerta estiva di De Laurentis: “Sono molto contento di essere qui. Sono venuto a Napoli per la qualità della rosa, il progetto della società e l’entusiasmo della città. E’ un gruppo molto sano, stiamo provando a cambiare qualcosa e per ora sta andando molto bene”.

CONDIVIDI