Gonzalo Higuain significa ancora dolori per la sua ex squadra, un Napoli che dà spettacolo ma non riesce a ribaltare l’1-3 patito allo Stadium nell’andata della semifinale di Coppa Italia. I fischi incessanti dagli spalti sembrano essere un carburante efficientissimo per il Pipita, che giustizia gli uomini di Sarri con due prodezze degne della sua classe. I soliti Hamsik, Mertens e Insigne gli autori dei tre gol partenopei che hanno alimentato le speranze. La Juventus incontrerà la Lazio in finale, vittoriosa nel doppio derby contro la Roma, nonostante la sconfitta ininfluente di ieri sera. Finale che non vedrà in campo Pjanic, che entra e si fa ammonire, da diffidato.

L’avvio è a tinte bianconere, con gli ospiti decisi a chiudere il discorso qualificazione nei primi minuti. Higuain al 3′ fa sponda per Benatia sugli sviluppi di un corner: il tiro del marocchino è murato. Argentino bersaglio dei fischi assordanti di tutto il San Paolo, il pubblico partenopeo rincara la dose dopo il match di campionato di domenica. All’11’ però la prima occasione è azzurra: Insigne mette Callejon davanti alla porta, ma Neto si supera e respinge, poi Zielinski calcia fuori sulla ribattuta. Alex Sandro e Diawara cercano di impensierire i rispettivi portieri avversari con conclusioni da fuori, ma sia Reina che Neto si fanno trovare pronti. La partita si accende sotto il piano agonistico, tanto che l’arbitro Banti è costretto a sventolare 4 gialli in 5 minuti agli indirizzi di Rincon, Koulibaly e alla coppia Cuadrado – Callejon, rei di aver acceso una rissa per una presunta simulazione del colombiano. Al 32′ il risultato si sblocca e lo fa nel modo più doloroso per l’onda azzurra di tifosi al San Paolo: Higuain controlla un pallone appena fuori dall’area e fa partire un fendente sul primo palo non potentissimo che passa in mezzo ad una selva di gambe, Reina è spiazzato e la Juventus va in vantaggio. Al 39′ il Napoli prova a raddrizzarla e segnare il primo dei 3 gol che servirebbero per mettere il risultato in parità, ma Hamsik sparacchia fuori al volo su un bel suggerimento di Zielinski. Gli ultimi lampi del primo tempo sono firmati Callejon (cross sul quale Milik non arriva per un soffio) e Koulibaly, che devia di testa una punizione di Diawara, con palla sul fondo.
MertensMilik si fa vedere in avvio di ripresa con un sinistro su tocco di Hamsik, finito alto di poco, e di testa su un cross teso con Neto che risponde in grande stile. Al 53′ Hamsik fa 1-1 e riaccende le speranze azzurre: rimpallo su Insigne, palla fuori per lo slovacco che insacca con una gran conclusione. Gli spalti sono infuocati. Al 59′ però Higuain dà un’altra mazzata al suo ex pubblico sparando sotto la traversa un cross rasoterra di Cuadrado. 1-2 col Napoli che dovrebbe segnare 4 gol per avere la meglio. Dopo un’ora di gioco Milik lascia spazio a Mertens. Neanche il tempo del segno della croce che subito il belga si fionda su uno stop sciagurato di Neto che riceve male un retropassaggio. Palla in rete per il 2-2 che tiene aperti i giochi. Al 67′ arriva il 3-2 con Insigne servito da Callejon, con la Juventus che sembra sparita dal campo. Al 75′ Mertens allarga troppo il piatto e manda fuori in mezzo alla girandola di cambi. Finale caratterizzato da cambi e cartellini gialli come se piovessero, che dà poco spazio allo spettacolo, ad appannaggio dei bianconeri che gestiscono il vantaggio.  Sul tiro a giro impreciso di Pavoletti all’89’ il Napoli, stanchissimo, tira i remi in barca e la Juve controlla agilmente il risultato favorevole.

Napoli (4-3-3): Reina 5.5; Hysaj 5.5, Chiriches 6, Koulibaly 6.5, Ghoulam 5; Zielinski 6.5 (81′ Allan sv), Diawara 6.5, Hamsik 7 (75′ Pavoletti sv); Callejon 6, Insigne 7, Milik 5.5 (61′ Mertens 7). All. Sarri 6

Juventus (4-2-3-1): Neto 5; D. Alves 5.5, Bonucci 6, Benatia 6, A. Sandro 6; Rincon 6.5 (70′ Pjanic 5), Khedira 6; Cuadrado 6.5, Dybala 6 (76′ Barzagli sv), Sturaro 5.5 (86′ Lemina sv); Higuain 7.5. All. Allegri 6

MARCATORI: 32′ Higuain (J), 53′ Hamsik (N), 59′ Higuain (J), 61′ Mertens (N), 67′ Insigne (N)

AMMONITI: Rincon (J), Koulibaly (N), Callejon (N), Cuadrado (J), Diawara (N), Maksimovic (N), Ghoulam (N), Pjanic (J), D. Alves (J)

ESPULSI:

NOTE:

ARBITRO: Luca Banti (Livorno)

TOP 90ESIMO – Higuain: L’uomo più atteso, di nuovo. Doppietta che annichilisce le speranze di rimonta del Napoli, svaria su più zone del campo e trascina i suoi verso la finale.

FLOP 90ESIMO – Neto: Grave l’errore sul gol di Mertens che “vanifica” i begli interventi compiuti in precedenza.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008