Doveva ripartire dopo i due stop consecutivi, il solo punto conquistato nelle ultime due gare disputate; doveva approfittare dello stop della Juventus che è impattata nel muro spallino a Ferrara. Il Napoli doveva “semplicemente” vincere. E così è stato. Grazie ad un gol di Albiol nella seconda parte di gara gli azzurri battono il Genoa e volano a soli due punti dai rivali bianconeri.

Prima frazione che inizia a ritmi blandi, con le due squadre che non mostrano un’eccessiva intensità, per usare un eufemismo, e si limitano ad un semplice fraseggio, azione portata avanti prevalentemente dal Napoli.

Il primo tiro della gara è del Genoa, e lo mette a referto Hiljemark: tiro centrale dello svedese, con Reina che blocca senza problemi. Successivamente, all’11’, il Grifone ha un’ottima chance per portarsi in vantaggio: ottimo spunto di Lazovic sulla destra che va via a Koulibaly, si accentra e tira, trovando però l’esterno della rete. Dopo 4 minuti prova a battere un colpo il Napoli: tiro a giro da posizione defilata di Mertens, palla che si spegne sul fondo.
Al 34′ clamorosa occasione da rete per gli ospiti: su un ottimo calcio d’angolo battuto dalla sinistra va a staccare Spolli, il quale sovrasta tutti e per poco non trova la via della rete. Dopo sei minuti è il turno del Napoli, che spreca una colossale palla gol con Allan: Mertens sguscia via alla difesa rossoblu sulla sinistra, apparecchia per il brasiliano che però spedisce alle stelle un calcio di rigore in movimento. Nel finale di frazione, il Napoli colpisce anche un palo, al 44′: cross calciato dalla sinistra, stacca Insigne che trova il palo, con Perin che assiste impassibile.

Si va negli spogliatoi con il risultato di 0-0, frutto di un primo tempo molto combattuto, con occasioni da rete da ambe le parti. Da segnalare l’infortunio di natura muscolare di Hamsik nel primo quarto di gara.

Secondo tempo che inizia con il Napoli subito in forte pressione nei confronti della retroguardia avversaria in cerca della rete del vantaggio.

La prima chance della ripresa giunge al 49′, ed è del Napoli: intelligente apertura centrale di Jorginho verso Callejon, in quale viene però fermato dall’uscita di Perin. Ghiotta occasione per gli azzurri al 51′: lampo di Mertens che scaglia un violento destro che sbatte sul palo alla sinistra di Perin. Ancora il belga pericoloso dopo due minuti con un pallonetto che però si spegne sul fondo.
Il Genoa non riesce più ad uscire dalla sua metà campo, complice l’armonico palleggio del Napoli che non fa mai vedere la palla al Grifone.
Al 58′ ci prova il Genoa: sponda di Rosi di testa che trova Pandev, il quale sfodera però un innocuo tiro strozzato. Di nuovo rossoblu al 65′: contropiede veloce con rapidi scambi tra gli attaccanti; palla che finisce a Taarabt, il quale tira in modo debole verso la porta con Reina che blocca. Al 70′ chance per Galabinov: scivolone di Mario Rui, il bulgaro prova ad approfittarne ma tira contro l’esterno della rete.
Il Napoli passa in vantaggio al 72′: calcio d’angolo battuto da Callejon, stacca Albiol sul primo palo che insacca.
Il finale di gara è avaro di occasioni, con gli azzurri che gestiscono il prezioso vantaggio e fanno girare palla nascondendola agli avversari.

La partita termina con il risultato di 1-0 a favore dei padroni di casa, che si aggiudicano una vittoria importantissima in vista della volata scudetto, poiché volano a quota 73 punti, a -2 dalla Juventus.

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6, Albiol 7, Koulibaly 6, Mario Rui 6; Allan 5.5, Jorginho 6.5, Hamsik 6 (19′ Zielinski 5.5); Callejon 6 (86′ Rog SV), Mertens 6 (82′ Milik SV), Insigne 5.5. All. Sarri 6.5
Panchina: Rafael, Sepe, Diawara, Machach, Maggio, Milic, Milik, Ounas, Rog, Tonelli, Zielinski.

Genoa (3-5-2): Perin 6; Biraschi 6, Spolli 6.5, Zukanovic 6; Rosi 5.5 (78′ Rossi 6), Lazovic 6 (61′ Taarabt 5.5), Bertolacci 5.5, Hiljemark 6.5, Laxalt 5.5; Pandev 6 (67′ Rigoni 6), Galabinov 6. All. Ballardini 6
Panchina: Lamanna, Zima, Bessa, El Yamiq, Lapadula, Medeiros, Migliore, Pereira, Rigoni, Rossettini, Rossi, Taarabt.

Arbitro: Fabrizio Pasqua (Sez. Tivoli)

Marcatori: Albiol (N)
Ammoniti: Laxalt (G), Rosi (G), Zielinski (N)
Espulsi: 
Note: Possesso  Napoli 68% – Genoa 32%; recupero – PT 1′, ST 3′.

TOP90ESIMO: Albiol 7 – Diligente quando si tratta di difendere, decisivo quando si tratta di sbrogliare la matassa con un colpo di testa preziosissimo in vista della volata scudetto. 

FLOP90ESIMO: Laxalt 5.5 – Non spinge come fa di solito, complice anche la caratura tecnica dell’avversario. Inoltre, è molto impreciso nei passaggi, anche in quelli più semplici. 

 

 

 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008