Va in scena al San Paolo la sfida tra Napoli Feyenoord valevole per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Risultato mai troppo in discussione, coi partenopei in vantaggio nei primi minuti grazie ad un azione personale di Insigne, mentre nella ripresa arrivano le marcature di Mertens Callejon, entrambi abili a sfruttare gli errori in difesa degli olandesi. In tutto questo c’è anche spazio per un super Reina che para il rigore del possibile 2-1, guadagnandosi una standing ovation da parte del San Paolo. Olandesi che trovano il gol della bandiera all’ultimo respiro con Amrabat. Napoli che ottiene quindi i primi 3 punti in questa edizione della Champions League dopo aver perso la prima partita a Kharkiv contro lo Shakhtar Donetsk.

LA CRONACA

Napoli che parte subito forte nel tentativo di portarsi avanti sul risultato il prima possibile, mostrando il solito bel gioco che caratterizza i partenopei. Il primo gol della partita arriva al settimo minuto su un azione personale di Insigne, che recupera palla, supera un avversario e da fuori area la incrocia sul palo basso battendo il portiere della squadra olandese. Forti del vantaggio acquisito gli azzurri continuano a spingere nel tentativo di raddoppiare subito, e ci vanno anche vicini in più occasioni, prima con Callejon che per un soffio non anticipa Jones e successivamente con Mertens e Hamsik, abili nell’inserirsi alle spalle degli olandesi. Il Feyenoord però quando riesce ad uscire dal pressing del Napoli si rende pericoloso, grazie sopratutto alla velocità e alla tecnica delle sue ali, Boetius e Berghuis, che riescono a trovare lo specchio in un paio di occasioni, con Reina però che risponde presente e non si lascia sorprendere. I partenopei continuano col loro pressing fino all’intervallo, andando molto vicini al raddoppio negli ultimi minuti. Raddoppio che però non arriva sopratutto a causa del portiere del Feyenoord, sempre molto attento e reattivo. Squadre che vanno negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per i padroni di casa.

Secondo tempo che inizia esattamente come è finito il primo, ovvero col Napoli in pieno controllo del gioco e con gli olandesi che provano a ripartire coi loro esterni, quando possibile. Il tanto cercato raddoppio azzurro arriva al minuto 49, con Mertens che approfitta di un errore della difesa olandese e, a tu per tu con Jones, insacca facilmente, portando quindi il risultato sul 2-0. Nei minuti successivi i ritmi si abbassano leggermente, coi partenopei che gestiscono il vantaggio. Il Feyenoord però non molla, e al minuto 68 ha l’occasione per riaprire l’incontro: l’arbitro assegna un rigore molto generoso, sul dischetto va Toornstra, che però trova un super Reina, molto abile nel capire le intenzioni del giocatore olandese e reattivo nell’arrivare sul rigore, battuto comunque molto bene. Appena due minuti il possibile 2-1 arriva invece il colpo del KO, con Callejon che approfitta dell’ennesimo errore degli olandesi in fase d’impostazione per bucare la loro difesa e insaccare alle spalle di Jones, siglando così il 3-0. Nei minuti successivi i ritmi si abbassano ancora visto il risultato, con entrambi gli allenatori che effettuano dei cambi tattici per gestire il minutaggio dei propri giocatori, pensando già al campionato. All’ultimo respiro arriva il più classico dei gol della bandiera firmato Amrabat, che approfitta di un calo di concentrazione della difesa del Napoli per mettere a segno il gol del 3-1 finale.

NAPOLI-FEYENOORD 3-1

NAPOLI (4-3-3): Reina 7; Ghoulam 6,5, Koulibaly 6,5, Maksimovic 6, Hysaj 6; Hamsik 6,5 (Zielinski 6), Jorginho 6 (Diawara s.v.), Allan 6; Insigne 7, Mertens 7, Callejon 7 (Rog s.v.). A disp.: Chiriches, Maggio, Ounas, Sepe. All.: Maurizio Sarri 7

FEYENOORD (4-3-3): Jones 5; Haps 5, Tapia 4 (van Beek 5,5), St Juste 5, Diks 5; Vilhena 5,5, El Ahmadi 5,5, Amrabat 6,5; Boetius 6, Toornstra 5 (Basacikoglu s.v.), Berghuis 5,5 (Larsson s.v.). A disp.: Bijlow, Nelom, Vente, van der Heijden. All.: Giovanni van Bronckhorst 6

MARCATORI: 7′ Insigne (NAP); 49′ Mertens (NAP); 70′ Callejon (NAP); 93′ Amrabat (FEY).

AMMONITI: Koulibaly (NAP); El Ahmadi (FEY); Berghuis (FEY); van Beek (FEY).

ESPULSI:-

ARBITRO: William Collum (Scozia).

NOTE: Recupero 1′ p.t., 3′ s.t.

TOP 90ESIMO: REINA 7 – una sicurezza per la sua squadra, nelle poche occasioni degli olandesi risponde sempre presente e para anche un rigore che poteva complicare la partita della sua squadra, standing ovation meritata. Incolpevole sul gol all’ultimo respiro di Amrabat.

FLOP 90ESIMO: TAPIA 4 – troppi errori e troppo poco concentrato, concede palla e spazio agli attaccanti del Napoli in troppe occasioni, nettamente il peggiore in campo.

CONDIVIDI
Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello "da divano" su FIFA.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008