Napoli, senti Calaiò: “Ora è dura, ma tutto può riaprirsi vincendo a Torino”

Al Napoli dal 2005 al 2008, con una breve parentesi nel 2013, Emanuele Calaiò è rimasto sicuramente nei cuori di tutti i tifosi azzurri. Oggi il club di De Laurentiis naviga in acque ben diverse da quelle in cui era l’attaccante palermitano ad infammiare il San Paolo. Proprio l’Arciere è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, con un commento sulla lotta scudetto che vede protagonisti i partenopei:

“Sono un tifoso del Napoli, sia io che mio figlio, lo seguiamo insieme. Spero ancora in questo sogno scudetto. Un mese fa – riporta Tuttonapoli.net – c’erano più probabilità, ora le percentuali sono un po’ scese per i due punti persi al Sassuolo. Sarà dura, visto che ci sarà lo scontro diretto in casa della Juventus, che ora si butterà tutta sul campionato dopo la debacle in Champions League. Se il Napoli avrà la forza e la qualità di andare a vincere a Torino si potrebbe riaprire il campionato.

Calaiò risponde poi ad una domanda su Roberto Insigne, suo compagno di squadra: “Per qualità può giocare sicuramente in Serie A, vedo tanti giocatori con meno qualità rispetto a lui. Roberto però deve dare continuità a quello che sta facendo, alle doti che ha, sempre con umiltà. Ha avuto molto alti e bassi, non è mai stato continuo e questo è dovuto alla gioventù. Ora però che sta giocando e ha la fiducia sta facendo grandi cose, ma non deve mollare e continuare così perché può far sempre grandi cose”.

Guarda Anche...