L’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’importante match di Champions League contro il Feyenoord:

Milik? È stato sfortunatissimo, stava tornando in grande condizione, mi dispiace tanto ma non dobbiamo piangerci addosso. Nessun giornalista ha puntato l’indice contro un terreno di gioco indegno. Il terreno è lo strumento più importante di quest’attività; se un’attività che fattura due miliardi di euro non consente di averlo al top, è indegno. Ad ogni modo, la situazione è diversa rispetto all’anno scorso, quando si perse un punto di riferimento tecnico, che ora c’è ed è Mertens. Non bisogna piangersi addosso, va trovata un’alternativa e la troveremo. Di fronte agli episodi negativi la squadra ha mostrato di avere reazioni caratteriali forti. La cosa che mi fa più rabbia, però, è che sabato abbiamo fatto 10 minuti di grande livello col 4-2-3-1, ed è un’alternativa che ora perdiamo”

Callejon come prima punta credo che dia grandi garanzie – afferma l’ex tecnico dell’Empoli – se pensiamo ai sei minuti di recupero che ha fatto conquistando tre punizioni. Ounas è un potenziale, non ci dà ancora garanzie perché non è del tutto inserito nel nostro modo di giocare ed è molto istintivo. Ma le caratteristiche per fare bene ce le ha tutte”

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.