Napoli, Milik sulla rapina: “Mi stavano aspettando”

Milik

Il giocatore del Napoli, Arek Milik, torna a parlare dello spavento dopo la vittora in Champions League contro il Liverpool. L’attaccante polacco ha subito una rapina a mano armata mentre tornava a casa dopo il match. 

Il giocatore ne ha parlato ai microfoni de Il Corriere di Mezzogiorno:  “Mi stavano aspettando, sapevano tutto e non hanno detto una parola. Avevano le pistole- riporta Tuttonapoli.net- e hanno spaccato il vetro. Poi hanno portato via l’orologio che avevo al polso “.

Secondo il quotidiano, Milik, non è stato inseguito come si diceva all’inizio ma dei complici hanno atteso la sua uscita dal garage del San Paolo per permettere ai due rapinatori di aspettarlo fuori al cancello di casa.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.