Napoli, Mertens: “Voglio il record di Hamsik. Sarri? Fa strano vederlo alla Juve, ma gli vorrò sempre bene”

mertens

Dries Mertens, attaccante del Napoli, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni di SkySport. Tanti i temi tracciati, dal rinnovo al sogno scudetto, fino ad arrivare al record di gol con gli azzurri, punto di partenza delle sue dichiarazioni: “Mi fa molto piacere che il pubblico mi cerchi, mi aiutano molto. Spero di diventare il bomber all time del Napoli, sarebbe una bella cosa ed è un mio obiettivo”.

Il contratto è in scadenza. Ci sarà il rinnovo?
“Non lo so, vediamo. Sto bene e per fortuna mi sento ancora molto giovane. Vedremo, per il momento penso solo a quest’anno”.

Cosa serve per vincere lo scudetto?
“Dobbiamo pensare a noi, lavorare e fare il massimo. Gli altri giocaotri prima di me hanno portato il Napoli molto in alto, alcuni sono andati, altri sono arrivati. La Juve ha comprato Rabiot, Ramsey e De Ligt, sono molto forti ma noi vogliamo fare bene, mettendo tutto quello che abbiamo”.

Si parla della possibilità che possano arrivare altri centravanti.
“L’anno scorso ho giocato diversamente, più dietro la prima punta. Non sarebbe male se arrivasse un altro centravanti, anche per far riposare Milik in qualche partita”.

Cosa pensa di Manolas?
Manolas è molto forte, abbiamo perso Albiol che è stato molto importante. Quando è mancato due mesi l’anno scorso abbiamo fatto meno punti”.

Si sente di dare un consiglio a Insigne?
“Sta bene, è tranquillo, non devo dargli un consiglio. Non esce spesso, ha la sua vita e sta a casa con la famiglia. Siamo diversi sotto questo punto di vista ma in campo ci troviamo al meglio”.

Inter-Lukaku?
“Sarebbe un affare per l’Inter, è un grande giocatore, giovane, che può imparare ancora tanto, sarebbe un grande acquisto”.

Cosa può dare Sarri a Ronaldo?
“Non lo so, per lui ho grande rispetto, mi ha fatto vedere il calcio in modo diverso. Adesso non tocca a me parlare degli altri, CR7 non ha comunque bisogno di imparare quasi niente. Vorrò sempre bene a Sarri, il calcio è così, è strano vederlo alla Juve ma non ho problemi con lui”.

Sarri, Ancelotti e Conte. A chi lo Scudetto della panchina?
“Non lo so. La Juve sulla carta è la più forte, adesso ha un nuovo allenatore, così come l’Inter. Noi invece abbiamo Ancelotti e possiamo fare bene”. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008