Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli all’indomani della vittoria contro la Lazio che ha permesso ai partenopei di restare al primo posto (seppur a pari merito con la Juventus): “Era un esame molto importante, vincere con la Lazio non è da tutti. Abbiamo visto le vittorie che loro hanno fatto, siamo contenti di aver superare quest’esame. Il successo in questo stadio ci fa molto bene. Sarri all’intervallo ci ha detto che dovevamo continuare a giocare come stavamo facendo, la strada era giusta. Ha detto che bastava segnare il primo gol, che avrebbe caricato tutta la squadra. E infatti in cinque minuti abbiamo fatto tre gol. Abbiamo giocato al meglio nel secondo tempo”.

Il centrale difensivo ha proseguito: “Mi dispiaceva aver subito gol, ma va bene perché abbiamo visto. La Lazio è molto forte, ha messo in difficoltà anche il Milan. Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo, il gol, e abbiamo vinto. Questo è l’importante. Mertens? Parlando con lui oggi diceva che era un gol normale, non pensa sia davvero fantastico. Io quando ho visto la palla in porta ero molto sorpreso, non si vede tutti i giorni un gol così. E’ una rete da fuoriclasse, non da tutti. Quindi c’è ancora più felicità in lui. Siamo tutti cresciuti. Siamo solo all’inizio di stagione, ma c’erano delle partite difficili e le abbiamo vinte tutte. Ora dobbiamo continuare così. Vogliamo vincerle tutte, anche se chiaramente è difficile. Bisogna continuare a crescere, tutti noi pensiamo di poter fare ancora meglio”.

Il difensore ha concluso: “Già dalle 10 di stamattina abbiamo dimenticato la Lazio e ci siamo concentrati sulla Spal. E’ una squadra che lotta per la salvezza, ma noi faremo di tutto per vincere. La Spal gioca bene, ma noi dobbiamo continuare per la nostra strada. Sarà difficile, ma faremo di tutto.
Juventus? Farà la sua strada, noi faremo la nostra. Facciamo di tutto per vincere sabato e continuare il nostro percorso. Siamo soltanto all’inizio, il campionato è ancora lungo e sappiamo che ci sono tante squadre forti. Stanno tutti bene, dal Milan alla Lazio, anche la Fiorentina. Quindi noi dobbiamo pensare soltanto a noi. Siamo fiduciosi. Tutte le grandi squadre di A vogliono vincere lo scudetto e noi ne facciamo parte. Sarebbe molto importante per la città. E’ troppo presto per parlarne, vediamo dove saremo a febbraio-marzo. Ora dobbiamo pensare soltanto a fare quanti più punti è possibile. Messaggio ai tifosi? Continuate a tifarci perché questo ci fa molto piacere”.

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.