Napoli, Hamsik premiato come miglior slovacco: “Skriniar e Lobotka prossimi vincitori”

Hamsik
Marek Hamsik

Al termine della cerimonia per la premiazione del Miglior calciatore slovacco dell’anno, premio assegnato per la settima volta, la quinta consecutiva, a Marek Hamsik, il capitano azzurro ha parlato ai microfoni di sport.aktuality.sk in merito alla sua assenza nella trasferta thailandese della sua Nazionale: “Sono tornato a Napoli, dove mi stanno aspettando gli esami medici. Voglio stare bene il prima possibile, così posso aiutare la squadra”.

Lo slovacco è stato premiato anche come migliore calciatore slovacco degli ultimi 25 anni: “È un premio eccezionale. Essere riconosciuto come il miglior calciatore negli ultimi 25 anni è una cosa meravigliosa. Un sacco di grandi giocatori di calcio hanno giocato per la Slovacchia. È un grande onore. Sono contento di averlo fatto e che questo premio appartenga alla mia carriera, anche se non è ancora finita. Posso fare qualcos’altro e ottenere altri trofei. È un premio prestigioso. Sono molto onorato di vincerlo, sono felice di poter essere al primo posto” 

Hamsik ha ben chiaro quale è stato il miglior momento del suo 2017: “Battere Diego Maradona nel numero di gol. È stata una grande pietra miliare per me, ma anche per Napoli. Non è successo a nessuno da molti anni, ed ero contento che fossi stato io a batterlo.”

Il 17 azzurro ha allontanato, inoltre, le voci che lo volevano in Cina in futuro: “Finora, è solo un parlare senza motivo. Mi sto concentrando sul Napoli, sono qui da undici anni, e nel calcio di oggi non è naturale per un giocatore durare così a lungo. Un capitano parla anche di lealtà nei confronti del club e dei tifosi. Puntiamo allo scudetto, sarebbe il compimento di uno dei miei sogni. Abbiamo perso punti, non è piacevole, ma certamente non c’è motivo di avere panico. Alla fine del campionato ci sono ancora molte partite e tutto può accadere. Ci saranno partite in cui la Juventus può perdere punti. Scontri con Roma e Inter. Certo, anche le nostre gare ci diranno molto.”

Infine, il capitano della Nazionale slovacca ha individuato, secondo lui, i possibili vincitori del premio nei prossimi anni: “Milan Škriniar (arrivato secondo, ndr) e Stano Lobotka. Per il secondo anno Milan si è esibito in stagioni importanti in Serie A. I grandi club sono interessati a lui. Stano ha dimostrato grande forza nei sei mesi nella Liga spagnola. Spero solo che questi ragazzi mostrino il loro lato migliore.”

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.