Napoli, Hamsik: “Dalla Cina non è arrivata l’offerta giusta, anche Ancelotti decisivo per la mia permanenza”

Hamsik
Marek Hamsik

Dopo 11 anni in maglia azzurra, c’è stato nelle scorse settimane lo spauracchio di vedere terminato il matrimonio tra Marek Hamsik ed il Napoli. Per vari motivi, poi, il capitano partenopeo ha deciso di restare ancora a Napoli e di continuare ad essere una bandiera del club. Proprio di questo ha parlato lo slovacco in un’intervista a Premium Sport. Ecco quanto riportato da Tuttomercatoweb.com: “Posso solo ringraziare i tifosi per tutto l’affetto che mi danno”.

Sulle offerte dalla Cina: “Non è arrivata l’offerta giusta e sono rimasto. Per me non cambia niente, ho sempre dato il massimo per questa maglia e continuerò a darlo. Ho un ruolo nuovo, vediamo come va a finire”.

Sull’arrivo di Ancelotti: “E’ l’allenatore più vincente d’Europa, questo ci può dare solo stimoli in più. Anche lui è stato uno dei fattori che mi ha fatto restare perché mi chiamava, mi diceva di restare”.

Sul nuovo ruolo: “Non dobbiamo fare paragoni, questo è un ruolo nuovo per me. Pensavo fosse un ruolo per il futuro, invece è arrivato prima e mi sto adattando”.

Sul calendario: “Cambia poco perché bisogna giocare con tutte le squadre. Dobbiamo essere subito pronti per una bella partenza”.

Sulla Juventus: “Non pensiamo a loro, ma alla prima partita che già sarà difficile. La gara più importante è sempre quella più vicina”.

Sui nuovi acquisti: “E’ stato un grande acquisto, l’abbiamo visto molto bene subito dalle prime gare e in allenamento. Vedo una squadra buona, solida, che ha cambiato poco. E chi è arrivato s’è integrato bene”.