Il calciomercato del Napoli di quest’anno è stato all’insegna della stabilità: nessun titolare cambiato e panchina migliorata ed infoltita.

Strategia che è piaciuta ad Ottavio Bianchi, ex allenatore partenopeo, che ha indicato la squadra di Sarri come prima antagonista della Juventus ai microfoni di Tuttosport:

“Il Napoli quest’anno è più avanti. La Roma ha cambiato molto, nell’organizzazione e nello staff tecnico, per cui, prima di trovare equilibrio ci vorrà tempo. La Juventus qualche cambiamento l’ha avuto, a ciò bisogna aggiungere la legge dei grandi numeri e un aspetto anagrafico che non va trascurato: la squadra è diventata vecchiotta. Anche se hanno vinto tanto, continuare a vincere non è facile, pur essendo la Juve l’unica società italiana che può competere con i più importanti club europei. Per me il Napoli ha un solo, vero problema: si piace troppo, invece deve imparare a essere anche sporco e cattivo. Non si può pensare di vincere sempre le partite andando a mille all’ora. Se il Napoli è in giornata, non ce n’è per nessuno, ma questo non è possibile e poi la lucidità di manovra viene a mancare. Se succede, che fai, perdi la partita?”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.