L’infortunio al crociato lo scorso ottobre con la Nazionale, mesi passati tra la tribuna e panchina e il gol liberatorio a fine aprile contro il Sassuolo. Si può racchiudere così la (triste) stagione di Arkadiusz Milik, arrivato a Napoli per prendere il posto di Gonzalo Higuain e finito all’ombra di Mertens dopo il brutto infortunio. Terminato il brutto periodo, il polacco è già pronto per la nuova stagione, che sarà altrettanto difficile vista la concorrenza con il belga, inventato falso nueve e dimostratosi letale.

Ora mi sento al 100% e sto lavorando al massimo, è stata dura ma ormai è passato, sono diventato un uomo più forte. Sarà Sarri a decidere il titolare tra me e Mertens, anche se ora non è il momento delle scelte. Dries è un ragazzo e calciatore eccezionale, grazie a lui si fa calcio vero ma dovendo giocare tante partite ci sarà chance per tutti”

PRIMO OBIETTIVO Voglio arrivare al top per il preliminare di Champions perché è importantissimo per noi, ho ancora un mese per migliorare”

IL GIOCO DEL NAPOLI E’ tra i migliori d’Europa ma è sbagliato dire sia il top perché dobbiamo avere sempre lo stimolo di migliorare”

SCUDETTO Ci credo, lo voglio vincere come voglio vincere altri trofei, è da 23 anni che aspetto”

RIVALIJuve? Non amo i paragoni, pensiamo solo a noi stessi. Il prossimo anno il campionato crescerà di livello come cresceranno gli stimoli, Milan e Inter si sono rinforzate e c’è sempre la Roma”

REINA E ZIELINSKI Pepe è fondamentale, oltre ad un grandissimo portiere è il nostro leader. Piotr invece lo conosco da ragazzino e ha sempre avuto qualcosa d’inspiegabile, è nato per il grande calcio”

Queste le parole di Milik rilasciate al Corriere dello Sport.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008