Il centrocampista del Napoli Allan ha cercato di analizzare, ai microfoni di Radio Kiss kiss Napoli, questi primi giorni di ritiro e, sopratutto, gli obiettivi per la prossima stagione:

“Il ritiro è iniziato bene, nelle amichevoli non dobbiamo pensare agli avversari ma a mettere in campo quello che ci dice il mister”.

Avete deciso di restare tutti per proseguire il grande lavoro della stagione scorsa. “Quello che abbiamo fatto nell’anno scorso ci ha lasciato un po’ d’amaro in bocca, abbiamo perso dei punti ma quest’anno vogliamo fare il massimo”.

Sembrate una macchina perfetta…“Penso che abbiamo tanti giocatori di qualità e chi entra in campo lo fa sempre per dare il massimo per la squadra”.

Lo scudetto ormai non è un tabù. “Senza dubbio, noi dobbiamo provarci, poi se qualche avversario non sbaglierà nulla vedremo. Noi, però, ci siamo, e col ritorno delle milanesi sarà un campionato più interessante”.

De Nicola ha detto di non aver mai visto un gruppo così affiatato. “Siamo un bel gruppo, ci vogliamo bene, lavoriamo sempre contenti e ci divertiamo in campo, questa può essere una spinta in più per cercare gli obiettivi piu importanti”.

Punti a partecipare ai prossimi Mondiali? “Senza dubbio, è un sogno che ho, ma l’importante è fare un gran lavoro col mio club”.

L’ultima volta che il Napoli vinse lo Scudetto in campo c’era un altro brasiliano, Careca. Potresti ripetere la sua impresa e poi partecipare al Mondiale con il Brasile. “Certo, sarebbe un sogno, ci proverò: darò il massimo”.

L’atmosfera a Dimaro è magica. “Noi dobbiamo tenere i piedi per terra, essere umili, dare il massimo in campo e lasciare l’euforia ai tifosi”.

Il patto scudetto tra voi calciatori nacque durante una braciata… “Non c’è nessun patto, noi ci guardiamo in campo e sappiamo che possiamo fare molto bene. Vogliamo continuare così”.

Interviene il capo ufficio stampa azzurro Guido Baldari, con un’ironica domanda: 

“Ci sono degli stilisti americani che volevano informazioni sul suo nuovo taglio di capelli”.

“E’ opera del parrucchiere di Marek, lui ha dei capelli particolari e quindi ha fatto lo stesso con me. Poi se mi fa la domanda Baldari, che è un esperto di moda… (ride, ndr).

Si parla di Karnezis in azzurro. “Ho lavorato con lui, è un ragazzo serio e un grande professionista, con grande qualità. È una domanda difficile, però, perché qui ci sono i miei compagni che sono bravissimi. Lasciamo questo lavoro al direttore”.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008