Napoli, Allan: “Con l’Arsenal partiamo alla pari. Possiamo metterli in difficoltà”

allan

Con la doppia sfida contro l’Arsenal alle porte, il Napoli si gioca la stagione in una settimana. Si parte domani sera alle ore 21:00 all’Emirates, per poi rivedersi nuovamente esattamente sette giorni dopo al San Paolo per chiudere i conti.

Intervenuto in sala stampa al fianco del tecnico Carlo Ancelotti, il pilastro azzurro Allan ha parlato così della sfida, partendo da un bilancio sulla propria stagione: “Un calciatore deve sapere che in una stagione vive momenti bellissimi e altri meno belli, deve essere sempre pronto a far fronte a quello che accade. Il 2019 è iniziato così così, poi mi sono ripreso. Spero che la fine possa essere migliore del 2018, posso tornare l’Allan di prima. Domani avrò l’occasione di disputare una grande partita”.

Da quanti giorni avete in testa questa gara? Chi è la favorita? “Ce l’abbiamo in testa da domenica scorsa, un calciatore pensa a una gara alla volta. Da domenica sera abbiamo iniziato a preparare questa gara, l’Arsenal ha il 50% di possibilità di passare il turno. Così come il Napoli. Abbiamo le stesse chances”.

Come arrivate a questa sfida? Cosa vi siete detti? “Siamo abbastanza carichi, sappiamo della gara che sarà complessa. E’ importante per noi e per la città, nelle ultime due gare sono arrivati passi falsi e domani non può accadere. L’Arsenal è una formazione pericolosa, ma possiamo mettere in difficoltà i londinesi se dovessimo fare ciò che ci chiede l’allenatore”.

E’ la gara più importante del cammino europeo? “Ora bisogna pensare all’Arsenal, è una sfida difficile. Serve avere la testa concentrata, speriamo di fare bene perché abbiamo le doti per mettere in difficoltà i gunners”.

L’Arsenal in Europa League ha subito un solo gol. Domani proverete a tirare dal limite? “Il mister ci lascia liberi di provare, ma bisogna restare ordinati. Quest’anno abbiamo fatto meno gol a centrocampo, ma stiamo facendo bene. Pensiamo prima a difendere bene e permettere gli attaccanti di fare gol, poi al resto”. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.