Napoli, Alex Meret destinato a un’altra stagione da comprimario

Così come avvenuto nelle ultime due stagioni, anche in questo campionato la porta del Napoli vedrà un’alternanza tra David Ospina ed Alex Meret. Sebbene si ipotizzasse inizialmente che l’ex portiere della Spal potesse essere preferito almeno inizialmente, mister Gennaro Gattuso è stato abbastanza chiaro: il classe 1997 dovrà giocarsi il posto ed eventualmente guadagnarselo sul campo. Già nella prima di campionato contro il Parma è stato l’ex Arsenal ad essere stato schierato da titolare.

Non è un mistero che Gattuso nutra una profonda stima per David Ospina. In particolare, il tecnico calabrese apprezza in lui le spiccate doti in fase di costruzione. Il colombiano ha mostrato di essere il primo regista della squadra azzurra, riuscendo abilmente a dettare i tempi in fase di uscita. La differenza tra lui e Meret sta solitamente proprio in questo.

Risulta chiaro, dunque, che il portiere scuola Udinese debba migliorare molto in questo senso. La costruzione dal basso è, d’altronde, uno dei tratti caratteristici del nuovo Napoli e tra le prime cose che Gattuso ha voluto introdurre dopo l’esperienza Ancelotti.

Meret è da almeno un paio d’anni considerato tra i migliori prospetti dell’intero panorama italiano. Ha alternato spesso prestazioni di alto livello ad altre meno convincenti. La società partenopea ha sempre dimostrato di puntare molto su di lui, come testimoniano i 26 milioni pagati due anni fa all’Udinese. Il presidente De Laurentiis crede di avere in casa un gioiello e preferirebbe non vedere abbassarsi il suo valore di mercato.

Un sentimento simile è quello provato da Alex Meret. Qualche malumore dalle parti dell’estremo difensore friulano è stato registrato nelle ultime settimane. In particolare, l’entourage del giocatore ha più volte fatto intendere di non gradire l’utilizzo a fasi alterne effettuato da parte del club azzurro. La paura dell’agente Pastorello è quella che il suo assistito non venga convocato per i prossimi Europei. Da qui sono nate le ipotesi di un prestito annuale (in direzione Torino in caso di partenza di Sirigu) o addirittura di una cessione (si era parlato di Chelsea).

Naturalmente, a due settimane dalla fine del mercato, tutto può ancora succedere. Tuttavia, il Napoli, come detto, sembra non avere intenzione di privarsi di Meret. Al contrario, crede che la concorrenza con Ospina non possa che giovare al portiere 23enne. Il giocatore sembra averlo capito così come i suoi agenti. Con una squadra impegnata su più fronti, d’altronde, avere due portieri di livello è sicuramente una buona soluzione. Per Meret, inoltre, sarà sicuramente garanzia di maggior spazio, in attesa di conquistarsi definitivamente il posto e di guidare la porta del Napoli del futuro.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008