Napoli, Ag. Diawara: “Vice-Hamsik? Partono allo stesso livello, poi decide Ancelotti”

Diawara

Daniele Piraino, agente di Amadou Diawara, centrocampista del Napoli, ha parlato quest’oggi a Radio Marte.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Ho visto tutte le gare del Napoli finora e forse c’è un problema di atteggiamento iniziale. Non vedo una situazione allarmante perché poi la squadra gioca e crea.

Con un nuovo allenatore cambiano schemi ed allenamenti, è fisiologico un periodo d’adattamento. Non vedo un allarme”.

Sul nervosismo di Diawara: “Non lo so, è stata una scelta tecnica il cambio. Nel secondo tempo è entrato con un piglio diverso, poi non so la causa del cambio, forse il cartellino giallo preso e Ancelotti da tecnico esperto l’ha preservato quando gli animi si sono accesi.

Ha sorpreso anche me perché con Ounas poi la squadra creava. Diawara si sta inserendo bene, c’è bisogno di tempo fisiologico per assimilare i nuovi schemi.

Ancelotti gli chiede la profondità, con Sarri solo palleggio e possesso. Sento toni catastrofici pure sul turnover, ma è fuori luogo questo clima. Pure all’inizio con Sarri la squadra non era brillante”.

Se Diawara sia o meno il vice-Hamsik: “Non credo lo sia. Partono allo stesso livello, poi decide Ancelotti”.

CONDIVIDI
"La maniera di andare a caccia è di poter cacciare tutta la vita, fino a che c’è questo o quell’animale [...] e quella di scrivere è sin che tu riesci a vivere e vi siano lapis e penna e carta e inchiostro o qualsiasi altro strumento per farlo, e qualcosa di cui ti importi scrivere, e tu senta che sarebbe stupido, che è stupido fare in qualsiasi altro modo" - Ernest Hemingway, Verdi colline d'Africa, 1935.