Lutto in casa Montpellier.

E’ infatti venuto a mancare il presidente Louis Nicollin, sicuramente uno dei personaggi calcistici più vulcanici degli ultimi anni ma a renderlo famoso è prima di tutto la conquista della Ligue 1 nella stagione 2011-12 con i vari Yanga-Mbiwa, El-Kaoutari, Belhanda, Stambouli, Giroud e Camara.

Ha sfidato tutti con le sue parole: dal “ridicolo” per definire Ancelotti con tanto di critica “I bravi allenatori vincono con i mezzi giocatori. Per me è meglio Curbis: ha portato il Montpellier in Ligue 1 nel 2008 con una squadra di mezzi mongoloidi”.

Ha chiamato “piccolo omesussuale” Pedretti (pagando con 4 mesi di squalifica), rifiutato Cissé, ex Lazio e Liverpool, perché per lui non era un attaccante ma un dj e, infine, lasciato dichiarazione provocatorie su Galliani: “Yanga-Mbiwa al Milan? Kojak non mi ha ancora chiamato…”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008