La giornata odierna dei Mondiali 2018 regala a sorpresa l’eliminazione dei campioni in carica della Germania che, in virtù della sconfitta contro la Corea del Sud, si fanno scavalcare al secondo posto dalla Svezia e non sfatano la maledizione dei campioni che ha visto la stessa sorte alla Francia (1998-2002), all’Italia (2006-2010) e alla Spagna (2010-2014). Rivivamo insieme le gare della giornata:

COREA DEL SUD – GERMANIA 0-2: pallino del gioco in mano ai tedeschi che, tuttavia, non riescono a concretizzare le numerose azioni da gol nella ripresa con Jo impegnato a neutralizzare il colpo di testa di Goretska (54′). In pieno recupero, a sbloccare la gara ci ha pensato Kim al 93′ dopo una fortunata deviazione che ha fatto carambolare la sfera sui piedi del calciatore creano. Al minuto 97′ l’estremo difensore tedesco del Bayern perde palla nella metà campo avversaria ed è un gioco da ragazzi per Son mettere la palla in porta, approfittando di un lungo lancio per realizzare il 2-0.

MESSICO – SVEZIA 0-3: il primo tempo, seppur divertente, non vede nessuna delle due squadre passare in vantaggio. Nella ripresa Augustinsson (50′) approfitta di una brutta prova della difesa messicana per insaccare col mancino. Non tarda ad arrivare il raddoppio in virtù del rigore realizzato da Granqvist al 62′, già in goal dal dischetto nella partita contro la Corea del Sud. Al 74′, il messicano Alvarez conferma la sua prova gravemente insufficiente spedendo goffamente la palla in porta. Gli svedesi, con questo successo ai danni del già qualificato Messico, riescono a chiudere con 6 punti e con il primato del proprio raggruppamento.

SERBIA – BRASILE 0-2: serviva un successo ai verdeoro per spegnere gli incubi eliminazione e così è stato. Gara subito in salita per la squadra di Tite, costretto a rinunciare a Marcelo dopo 9′ per infortunio, ma a sbloccarla ci pensa Paulinho al minuto numero 35 con un pallonetto che batte in uscita Stojkovic. Nel momento migliore della Serbia, il Brasile raddoppia (68′) con Thiago Silva che di testa anticipa tutti: in tale occasione, proteste serbe per un blocco di Miranda ai danni di Mitrovic.

SVIZZERA – COSTA RICA 2-2: pareggio a sorpresa con gli elvetici, rimontati per due volte dal fanalino di coda Costa Rica, che riescono a strappare il pass per gli Ottavi. A passare in vantaggio è la Svizzera, dopo essere stata salvata dai legni colpiti da Borges (4′) e Colindres (10′), con Dzemaili al minuto numero 31. Nella ripresa, Waston trova il pareggio sugli sviluppi di un corner, ma i rossocrociati trovano il vantaggio con Drmic (88′) che appoggia in rete. Nel finale, contatto in area tra Zakaria e Campbell: dal dischetto va Ruiz, con il pallone che colpisce la traversa e rimbalza sulla testa di Sommer prima di entrare in rete.

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008