Mondiale senza Italia – Forza Islanda in Russia: la favola deve continuare

Mondiale senza Italia - Islanda
Mondiale senza Italia - Islanda

Mondiale senza Italia – L’assenza dell’Italia ai mondiali in Russia è un vero e proprio dramma per la storia calcistica italiana, ma ogni amante del calcio sarà senza dubbio in grado di appassionarsi ognuno a modo proprio ad una delle favole mondiali.

Mondiale senza Italia – chi tifare e perché?

Dopo aver visto e rivisto le 32 partecipanti ai mondiali che partiranno giovedì, non ho potuto fare a meno di simpatizzare o forse tifare Islanda, una nazione che sembra distaccata dal nostro mondo occidentale ma che ognuno di noi sogna di visitare. Il popolo islandese mi ha sempre affascinato molto, le loro tradizioni ma soprattutto il loro orgoglio ‘vichingo’ mi hanno suscitato simpatia e passione nei loro confronti. Andiamo ad illustrare i motivi principali per cui tiferò Islanda ai mondiali.

Mondiale senza Italia - Islanda
Mondiale senza Italia – Islanda

La favola vista agli Europei deve continuare

Agli Europei di Francia di appena due anni fa gli islandesi hanno scioccato il mondo eliminando l’Inghilterra agli ottavi e sconfitti dai padroni di casa. La nazionale guidata da Hallgrimsson, il quale fino agli Europei lavorava come dentista in un piccolo paese islandese. Non è da dimenticare lo strano caso di Gylfi Sigurdsson, stella assoluta della nazionale islandese e reduce da una brutta stagione con l’Everton, ma decisivo in ogni partita con la maglia dell’Islanda.

Il tifo magico e viscerale

Nonostante non abbiano vinto sul campo, i supporters islandesi arrivati in Francia sono stati i vincitori morali della competizione. Sono stati sicuramente i migliori per il loro sostegno costante ed il famoso ‘geyser sound‘, da loro chiamato semplicemente ‘huh’, ormai esportato in tutto il mondo, dopo ogni partita. Colorati, numerosi, rumorosi, ma sopratutto contro la violenza, sono pronti a farsi valere anche in Russia.

Un girone che appare insuperabile

Il sorteggio dei gironi non è stato assolutamente favorevole all’Islanda, alla prima presenza ai mondiali, con due squadre piene di talento come Argentina, che il 16 giugno affronterà proprio l’Islanda nel primo match del girone, e la Croazia, oltre ad una squadra che conosce la competizione come la Nigeria. Le chance di passaggio del turno sono minime, ma sono certo che l’Islanda potrà dire la sua e tenere alto l’orgoglio dei Tolfan, la parte più calda del tifo, pronti a dar spettacolo.

Guarda Anche...

CONDIVIDI