Massimiliano Mirabelli ha recentemente rilasciato un’intervista a Libero in cui svela alcuni retroscena della sua breve carriera come Direttore Sportivo del Milane parla dei suoi trascorsi all’Inter. Un forte riferimento alla “sconfitta di Raiola” salta subito all’occhio, così come le intenzioni dell’ex DS di arrivare ad alcuni top player, in alcuni casi, molto vicini a raggiungere un accordo.

Le sue parole su Donnarumma: “Il rinnovo di Donnarummacon il Milan è stato un capolavoro, senza pagare commissioni. Nell’ultimo giorno di trattative ci incontriamo con famiglia e procuratore, Raiola si alza e gli dice ‘Non firmare, ce ne andiamo, seguici’. Appena esce, Gigio prende la penna e firma. Non succederà più di vedere sconfitto uno come lui. Tutti si chiedevano come mai Donnarumma sui social scrivesse post che subito dopo venivano cancellati. Semplice: Raiola gli diceva di farli, io glieli facevo cancellare.”

Sugli anni Nerazzurri: “Ero andato in Brasile a seguire Gabriel Jesus, mi sono presentato al Palmeiras come un italiano che voleva vedere le strutture, incrocio il giocatore e gli do appuntamento più tardi. Torno in Italia, acquisto chiuso per 20 milioni. Ma un agente legato ai nerazzurri si intromette, fa perdere tempo e il Manchester City chiude. Altro caso: avevo preso Casemiro per 5 milioni, preferirono M’Vila“. Mi avevano chiesto cosa pensassi di Gabigol, risposi: ‘Ve lo sconsiglio‘. Sapete com’è andata a finire.”

CONDIVIDI