#MilanParma 2-1 – Cutrone e Kessie rimontano Inglese

Al San Siro di Milano il Milan di Gennaro Gattuso, reduce dalla qualificazione in Europa League, ma a secco di vittorie in campionato dal 4 novembre, ospita il Parma di D’aversa, outsider di questa Serie A e a 2 punti dai rossoneri in quinta posizione. 

I padroni di casa, in piena emergenza nel reparto arretrato, schierano Abate e Zapata come centrali di difesa, mentre sulle fasce ci sono Rodriguez e Calabria, mentre a centrocampo ci sono Kessie e Bakayoko con Josè Mauri. I crociati provano l’impresa col tridente Biabiany-Inglese-Gervinho, ancora panchina per Stulac.

SINTESI DEL MATCH

Pronti, via e Cutrone al secondo 52 prova il primo tiro in porta, facilmente bloccato da Sepe. Prima fase del match caratterizzata dal pressing crociato e dalle offensive rossonere: al 7′ è Zapata a dar fastidio alla difesa ospite con un colpo di testa che impensierisce l’ex portiere della Fiorentina. Al 16′ Calabria spaventa il Parma con un cross rasoterra che attraversa tutta l’area prima di depositarsi sul fondo. Dodici minuti dopo si fa vedere anche Suso, la cui conclusione è deviata in angolo da Sepe. E’ al Parma alla mezz’ora che capita la miglior azione del primo tempo: da calcio di punizione Gagliolo si smarca bene da Bakayoko, ma di testa da due passi manda alto: la prima frazione termina a reti bianche, col Milan in controllo del gioco. 

Al rientro dagli spogliatoi il Milan sferra la prima offensiva con Calhanoglu, ma è il Parma ad andare in vantaggio: da calcio d’angolo Inglese stacca sul primo palo anticipando Bakayoko e Kessie e sorprendendo Donnarumma. Gattuso non ci sta e inserisce subito Borini per Josè Mauri, ma servono cinque minuti a Cutrone per recuperare palla, servire Suso e tirare una sassata ad un incolpevole Sepe per il pareggio rossonero. Al 67′ Calvarese va al Var per un probabile tocco di mano di Bastoni: per l’arbitro non ci sono dubbi, è rigore. Kessiè si presenta dal dischetto e con freddezza spiazza Sepe per il vantaggio rossonero. L’ivoriano potrebbe raddoppiare al minuto 81 su un assist perfetto di Suso, ma davanti a Sepe da posizione invitante spara alto. Dopo sei minuti di recupero Calvarese manda tutti sotto la doccia: il Milan sale a 25 punti, staccandosi dal Parma fermo a 20 e superando momentaneamente la Lazio a 23.


Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Abate, Zapata, R. Rodríguez; Kessié, Bakayoko, Josè Mauri (53′ Borini); Suso (87′ Castillejo), Cutrone, Calhanoglu. All. Gattuso.

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, B. Alves, Bastoni, Gagliolo; Grassi (83′ Ceravolo), Scozzarella (78′ Stulac), Barillà; Biabiany, Inglese, Gervinho(66′ Ciciretti). All. D’Aversa.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)

Marcatori: 50′ Inglese, 55′ Cutrone, 70′ rig. Kessie

Ammoniti: 60′ Biabiany, 70′ Borini, 72′ Iacoponi, 96′ Castillejo

Note: 53.275 spettatori. 6 minuti di recupero nel secondo tempo.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.