#MilanJuventus, Allegri: “Siamo entrati bene dopo la sconfitta di Manchester. Ronaldo? Centravanti atipico”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria contro il Milan.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Siamo rientrati bene dopo la sconfitta contro il Manchester. Oggi abbiamo aggredito la partita, era l’unico modo per mettere da parte quello che era successo in Champions League

. Abbiamo concesso quel rigore su contropiede, bisognava coprire Alex Sandro e Matuidi che si erano spinti oltre. Poi è stato bravo Szczesny a neutralizzare il rigore. Siamo stati bravi a gestire tutta la partita.

In questo momento abbiamo fatto delle buone vittorie, perdere con il Manchester United è stato un fatto positivo. Quella è stata una sconfitta indolore. Questo è stato un passaggio importante, per mettere a -9 l’Inter e tornare a + 6 sul Napoli. Stanno facendo un campionato straordinario”.

Sull’esclusione di Bonucci? “Lo sapeva già da ieri, lo avevo già avvisato. Doveva riposare, ha fatto molte partite. È successo contro il Milan, poi è andato comunque sotto la curva e si è preso un po’ di insulti. Oggi doveva rimanere fuori”.

Sull’annata in corso: “Perdere con il Manchester ci ha fatto bene. Oggi era importante vincere e non prendere gol. Non è che giochiamo meglio in Champions. In Italia ci sono più attenzioni, in Europa le due squadre giocano sempre per vincere.

Noi nel primo tempo abbiamo abbassato troppo i ritmi, secondo me dobbiamo tirare più da fuori per mettere sotto pressione gli avversari. A volte andiamo in area con la palla e rischiamo le ripartenze. Facendo così diventi troppo “bellino” e non va bene.

Oggi i ragazzi sono stati bravi. Questa sera la squadra ha difeso in modo cattivo. È un altro passo in avanti che dobbiamo fare”.

Sul reparto offensivo: “Quando giochiamo con Mandzukic, Ronaldo e Dybala c’è meno ordine, ma questo toglie i punti di riferimento agli avversari. Nel primo tempo si dovevano distribuirsi meglio. Oggi abbiamo lasciato troppo spazio al centro. Nel secondo tempo è stato fatto e si è visto.

Oggi sapevamo di poter attaccare meglio sulle corsie esterne, come dalla parte di Abate. Ha fatto fatica e Alex Sandro ha trovato un bel cross. Noi abbiamo giocatori più bravi ad attaccare il secondo palo e non il primo. Dobbiamo migliorare nell’attacco alla porta, ma si devono sfruttare le qualità della squadra”.

[…]

Su Ronaldo: “Io credo che dobbiamo migliorare con i tiri da fuori. Ronaldo è un centravanti atipico. L’anno scorso su 24 gol in Liga ne ha fatti tanti tirando da dentro l’area. È la dimostrazione che questi sono numeri da centravanti vero”.

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.