#MilanInter, Spalletti: “La mia squadra ha fatto una partita dimostrando di sapere dove vuole andare”

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium dopo lo 0 a 0 contro il Milan.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Mi sento bene perchè la mia squadra ha fatto una partita dimostrando di sapere dove vuole andare. La cosa fondamentale è quella. Il risultato viene dopo”.

Sulle differenze tra Milan ed Inter: “Quello che cambia a loro bisogna chiederlo a loro. A noi cambia nulla. Abbiamo allungato di un punto sulle avversarie”.

Sulle occasioni di Icardi: “Non c’è da dire niente. Sono situazioni che possono capitare e che dispiace perchè portare a casa tre punti oggi sarebbe voluto dire molto”.

Su chi meritasse di vincere: “Non mi interessa chi ha meritato o chi no. Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Noi abbiamo fatto una buona partita, dobbiamo continuare su questa strada mettendoci quel pizzico in più di cattiveria”.

Sulla partita dell’Inter: “Spesso io sono stato critico e ho detto anche che quando abbiamo fatto quella buona serie di risultati all’inizio non avevamo giocato bene. Ora dico che riconosco un’Inter forte. Sono fiducioso e sono contento di quello che fanno i ragazzi in campo.

Ci sono ancora delle scelte di squadra da rivedere però la squadra ha giocato con personalità e con conoscenza di quello che è il percorso che si deve fare per arrivare a quell’obiettivo.

Ci sono ancora delle cose in cui possiamo migliorare però bisogna fare in fretta. Quando si fanno questi cross siamo ancora in pochi in area di rigore. Abbiamo fatto diversi traversoni però ci arriviamo con poca forza e non si fanno le scelte giuste”.

CONDIVIDI
"La maniera di andare a caccia è di poter cacciare tutta la vita, fino a che c’è questo o quell’animale [...] e quella di scrivere è sin che tu riesci a vivere e vi siano lapis e penna e carta e inchiostro o qualsiasi altro strumento per farlo, e qualcosa di cui ti importi scrivere, e tu senta che sarebbe stupido, che è stupido fare in qualsiasi altro modo" - Ernest Hemingway, Verdi colline d'Africa, 1935.