Gennaro Ivan Gattuso, allenatore del Milan, ha parlato a Premium Sport dopo il pareggio contro l’Inter nel derby.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “E’ un punto guadagnato. L’Inter ha fatto una grandissima partita e ci ha messo in difficoltà. Bisogna dire che l’Inter meritava più di noi ma sono contento di questo punto”.

Sulla Champions: “Fin quando c’è speranza bisogna lottare. Ci sono otto partite, dobbiamo recuperare energia e capire perchè negli ultimi venti minuti con la Juve e oggi a tratti abbiamo sbagliato. C’è qualche giocatore che a livello fisico non è brillantissimo”.

Su Bonaventura: “Ci sta che in una stagione tiri un po’ il fiato. L’importante è fargli ritrovare la condizione e farlo tornare il giocatore degli ultimi mesi. A livello qualitativo potevamo fare molto meglio perchè nel primo tempo, a livello di sviluppo, abbiamo sbagliato. Oggi se ci girava un po’ male potevamo perderla. Complimenti all’Inter”.

Sugli errori di Icardi: “Anche là bisogna avere un po’ di malizia. Volevamo fare l’azione noi e abbiamo rischiato di prendere gol. Secondo me è stata una buona partita, a livello qualitativo abbiamo sbagliato qualcosa e l’Inter forse ha fatto qualcosa più di noi”.

Sulla partita: “Le cose migliori che abbiamo fatto è quando sviluppavamo a centrocampo. Bonucci aveva Icardi a uomo e difficilmente poteva impostare. Ogni volta che abbiamo sviluppato abbiamo cercato l’esterno però abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio. Non aver preso gol contro un’Inter così è importante”.

Su Kalinic:  “La responsabilità è anche mia se da qualche mese non si vede ai suoi livelli. Per me i miei giocatori sono i migliori al mondo. C’è da mettere a disposizione la nostra professionalità e aspettarli”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, nel 2021 si laurea in giurisprudenza. Ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore". Attualmente frequenta un master presso la 24OreBusinessSchool.