Allo Stadio San Siro di Milano i rossoneri di Gennaro Gattuso cercano i tre punti per riportarsi al quarto posto dopo il 3-1 della Lazio nel lunch-match, contro la Fiorentina di Pioli che vuole ripetere l’ottima prestazione nel derby della scorsa giornata.

Gattuso, in piena emergenza a centrocampo, schiera un 4-3-3 con Calabria adattato mezzala e Calhanoglu al suo fianco, Josè Mauri in regia e il tridente Suso-Higuain-Castillejo sul fronte offensivo. Dall’altro lato del campo Pioli si affida allo stesso modulo, ma cambiando gli interpreti rispetto alla sfida con l’Empoli: fuori Noorgard, Gerson e Ceccherini, dentro Fernandes, Veretout e Milenkovic.

ANALISI DELLA PARTITA


Partenza lanciata dei rossoneri che con Calhanoglu cercano la porta in tre occasioni nei primi diciotto minuti: l’imprecisione in due occasioni e un salvataggio di Lafont tolgono la gioia del gol al turco, a secco in Serie A dallo scorso 20 maggio. Il portiere francese alla mezz’ora respinge anche una bordata di Rodriguez in angolo. Succede poco e nulla fino al 45′, quando Mariani manda le squadre negli spogliatoi a reti bianche.

Al rientro dal break occasioni da entrambe le parti: prima Mirallas si divora il vantaggio da due passi spedendo alto, poi Suso, superati due difensori, si fa neutralizzare il mancino da Lafont, ancora prontissimo. Al 58′ si fa vedere anche Higuain di testa su cross preciso di Suso: ancora il portiere viola a dire di no. Un quarto d’ora dopo arriva la svolta del match: Chiesa prende per mano i suoi e con una conclusione col destro da fuori dal nulla batte Donnarumma per il vantaggio ospite. Il Milan tenta il forcing finale, ma Lafont oggi sembra aver chiuso la saracinesca, visto che all’85’ salva ancora su Rodriguez, stavolta di testa. Dopo quattro minuti di recupero e un’occasione per Cutrone da corner sciupata, Mariani fischia la fine del match: la Fiorentina espugna San Siro grazie alla rete di Chiesa nel secondo tempo e si piazza a -2 dal quinto posto occupato proprio dai rossoneri.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate (83′ Conti), Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Calabria, Mauri (68′ Laxalt), Calhanoglu; Suso, Higuain, Castillejo (68′ Cutrone). All. Gattuso.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Edimilson Fernandes, Veretout, Benassi (87′ Laurini); Chiesa, Simeone (88′ Pjaca), Mirallas (61′ Gerson). All. Pioli.

Arbitro: Maurizio Mariani (sez. Aprilia)

Marcatori:
73′ Chiesa (F)

Ammoniti:
32′ Pezzella (F), 43′ Vitor Hugo (F), 62′ Edmilson (F), 74′ Chiesa (F), 77′ Suso (M), 78′ Romagnoli (M), 94′ Laxalt (M)

Note:
Silent check al 27′ per un presunto fallo di mano di Biraghi.

Recupero: 4′ nel secondo tempo.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.