E’ servita a poco la grande euforia post derby di sabato scorso. A Milano accade del clamoroso: un impreciso e sprecone Milan impatta in quel di San Siro contro l’Empoli perdendo per 2-1. Le reti sono state realizzate rispettivamente da Mchedlidze e Thiam per i toscani, di Lapadula la rete dei rossoneri.

La prima frazione inizia con un fraseggio lento da parte dei padroni di casa, i quali non riescono a scardinare la difesa avversaria come avrebbero voluto già da inizio gara. A provarci maggiormente è Suso con vari tentativi dalla trequarti, ma tutti piuttosto lenti e sbilenchi: Skorupski para senza problemi ogni pallone capitatogli. Dal canto suo l’Empoli riparte in modo ordinato, con El Kaddouri che fa da ottimo collante tra centrocampo e attacco scappando sempre via ai difensori rossoneri. Al 40′ accade l’impensabile: calcio d’angolo perfetto battuto dallo stesso trequartista marocchino, il quale imbecca Mchedlidze che insacca di testa. Tra lo stupore generale, l’Empoli va al riposo in vantaggio a San Siro.

La ripresa si apre con il Milan che mantiene il pallino del gioco, rischiando però molto con le ripartenze degli avversari. Al 59′ episodio chiave della gara: Skorupski affonda in modo goffo Lapadula e concede un calcio di rigore ai rossoneri che hanno l’occasione di riaprire la gara; dal dischetto va Suso che però si fa ipnotizzare dall’estremo difensore polacco. Clamorosa occasione Milan al 65′: corner di Suso, mischia furiosa in area ma Skorupski smanaccia come può sulla linea di porta. Solo due minuti dopo arriva il raddoppio dell’Empoli: lancio di El Kaddouri che trova Maccarone, il quale regala un pallone d’oro a Thiam che sigla il 2-0. Al 72′ si riapre tutto: il Milan accorcia il vantaggio con una rete di Lapadula che con un sinistro chirurgico trafigge il portiere dei toscani. Grazie ai cambi apportati dal tecnico Montella, il quale mette in campo una formazioni iperoffensiva con Suso, Lapadula, Deulofeu e i neoentranti Ocampos e Bacca, tutti insieme contemporaneamente, i rossoneri si rendono artefici di una serie di occasioni pericolose, tutte però vane. All’80’ punizione a due in area pericolosa per il Milan, con Lapadula che spara contro la retroguardia toscana tutta piazzata sulla linea di porta. A cinque minuti dalla fine è l’Empoli ad avere un’occasione ghiotta con Maccarone, il quale a tu per tu con Donnarumma spara contro il portiere rossonero che compie un prodigioso miracolo salvando la sua squadra dal tracollo. All’88 accade l’impossibile nell’area di rigore degli ospiti: su calcio d’angolo svetta Paletta ma Skorupski respinge abilmente, palla ribattuta che va sui piedi di Ocampos che tira sulla traversa. Altra super occasione Milan targata Pasalic, ma Tello compie un grande intervento in scivolata sulla linea dell’area piccola. Allo scadere altra grande parata di Donnarumma che neutralizza Thiam, il quale era lanciato a campo aperto 1 vs 1 con il portiere rossonero. Dopo un lungo recupero di 7 minuti, la gara termina con il risultato di 1-2.

Con questo risultato, l’Empoli mette un altro mattone importante sulla corsa salvezza, volando a quota 29 punti; al contrario, il Milan perde incredibilmente terreno sulle inseguitrici nella volata all’Europa League rimanendo a quota 57 punti, a -5 dall’Atalanta uscita vincitrice ieri pomeriggio con il Bologna per 3-2.

MILAN (4-3-3): Donnarumma 7; Calabria 6, Zapata 4.5, Paletta 6, De Sciglio 5.5 (71′ Ocampos 6); Pasalic 5, Sosa 6, Mati Fernandez 5 (62′ Bacca 5); Suso 5 (87′ Honda SV), Lapadula 6.5, Deulofeu 5. All. Montella

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski 8; Laurini 6 (65′ Zambelli 6), Bellusci 6.5, Barba 6, Pasqual 6.5; Croce 7, Dioussé 6, Mauri 6 (57′ Tello 6.5); El Kaddouri 7; Thiam 6.5, Mchedlidze 6.5 (53′ Maccarone 6.5). All. Martusciello

Arbitro: Claudio Gavillucci (sez. Latina)

Marcatori: Mchedlidze (E), Thiam (E), Lapadula (M)

Ammoniti: Sosa (M), De Sciglio (M), Thiam (E), Tello (E), Lapadula (M), Bellusci (E)

Espulsi: –

TOP 90ESIMO: Skorupski 8 –  Nonostante il difficile anno della sua squadra, è il suo anno, si è ormai consacrato. Portiere fortissimo tra i pali, dai tantissimi interventi prodigiosi. Inoltre, è un perfetto pararigori, quarto penalty parato quest’anno.

FLOP 90ESIMO: Zapata 4.5 – Dopo la prestazione da eroe nel derby, fornisce una prestazione da horror portandosi sulla coscienza entrambi i gol degli avversari.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008