Nelle ultime ore c’è stato un gran parapiglia contro la FIGC per la presunta inerzia nella questione UEFA – Milan, con i rossoneri che si sono visti indirizzare una sentenza, da parte della camera giudicante della UEFA, che prevede l’esclusione dalle competizioni europee per ben 2 stagioni + ammenda, in seguito allo sforamento dei parametri del fair play finanziario nel triennio 2014-2017.

A tutto questo ha voluto mettere chiarezza il direttore generale della Figc, Michele Uva, che è anche vice presidente Uefa e presidente della commissione sul financial fair play e club licensing : “Quelle del fair play finanziario sono regole che segue la Uefa, non passano dalla Figc: è un rapporto diretto fra le società e la Uefa e la Figc non può intervenire. Noi non conosciamo neanche i documenti. Io ho anche un altro ruolo di vice presidente Uefa e presidente della commissione sul financial fair play e club licensing ed è come chiedere al ministro della giustizia di intervenire su giudici e magistrati per addolcire una sanzione“.

Le regole sono chiare – Continua Uva – Roma e Inter non erano adempienti, la Uefa le ha dato un percorso e lo stanno seguendo in modo straordinario e faccio i complimenti. Tra l’altro nei prossimi anni queste norme saranno ancora più rigide perché gli effetti del fair-play finanziario negli ultimi cinque anni sono straordinari: si è passati da un debito aggregato di 400 milioni di euro a un risultato positivo di 800 milioni“.

 

Fonte: Radio Anch’io Lo Sport

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008