Milan, terminata l’udienza: la decisione della Uefa arriverà entro il weekend

Questa mattina il Milan doveva presentarsi all’udienza davanti alla Uefa per provare a difendere la propria posizione e a garantirsi un posto nella prossima Europa League. Facciamo una ricostruzione di quanto accaduto, aiutandoci anche con quanto riportato dai colleghi di MilanNews.it.

09.58 – Han Li, direttore generale del Milan e braccio destro di Yonghong Li, non è presente questa mattina a Nyon con il resto della delegazione rossonera: come spiega questa mattina Repubblica, il club rossonero vuole evitare l’esclusione dalle coppe europee con una difesa finalizzata a dimostrare che il fairplay finanziario non può spingersi a sindacare la proprietà delle società, ma deve fermarsi alla vita del club. Per questo motivo, la società di via Aldo Rossi ha deciso di non inserire Han Li nella delegazione milanista.

10.01 – Ecco la composizione della camera giudicante dell’Uefa:

Presidente: José Narciso Da Cunha Rodríguez, 77 anni, portoghese.

Vice presidenti: Christian Tiemmermans, 76 anni, olandese; Louis Peila, 64 anni, svizzero.

Parte legale: Charles Flint, avvocato specializzato nel settore bancario e finanziario.

Parte politico-sportiva: Adam Giersz, 69 anni, polacco e membro in passato del comitato organizzatore di Euro 2012 in Polonia e Ucraina.

10.08 – La camera giudicante vota con maggioranza semplice. Le astensioni non si conteggiano e in caso di parità il voto del presidente vale doppio.

11.17 – Si è conclusa dopo poco più di due ore l’udienza del Milan davanti ai cinque membri della camera giudicante dell’Uefa: il verdetto con le sanzioni nei confronti del club rossonero è atteso entro il week end.

 

CONDIVIDI