Milan, Strinic: “Kalinic parlava bene della società, combatterò con Rodriguez”

Durante la conferenza stampa di presentazione di Ivan Strinic e Pepe Reina, il terzino croato ex Napoli e Samp ha risposto ad alcune domande dei cronisti presenti: “Arrivo con più fiducia rispetto al passato. Vediamo cosa mi attende. Ho qualche problemino con il tendine ora, non sono ancora al 100% ma sono sicuro che tra una settimana sarò a disposizione del mister, e darò tutto.”

Dal derby della Madonnina a cui si aggiunge un altro tassello della Nazionale croata all’approdo in maglia rossonera assieme al suo ex compagno all’ombra del Vesuvio, Strinic si è mostrato carico per questa nuova avventura: “Sicuramente il derby della Madonnina è bello da giocare. Sono pronto e spero che vinceremo noi. L’Inter ha una grande squadra e non sarà facile. Coi miei compagni di Nazionale non ho ancora parlato, ma ci sarà tempo visto che abbiamo una chat di gruppo.”

Assieme all’estremo difensore spagnolo, presentato quest’oggi nella medesima conferenza, Strinic ha passato quasi due stagioni: “Abbiamo giocato insieme per un anno e mezzo-due, ottenendo buoni risultati. Mister Sarri è un allenatore fortissimo. Ha voglia di vincere, vediamo se sapremo fare lo stesso percorso anche qua a Milano.”

Sul ballottaggio con Ricardo Rodriguez per un posto sulla fascia sinistra l’ex doriano è apparso sereno: “In questi dieci giorni abbiamo parlato, è un bravo ragazzo ed un ottimo giocatore che conosco bene. Combatteremo per il posto.”

Inoltre, in Nazionale, Strinic ha avuto modo di parlare del Milan con un ex rossonero fresco di cessione, Nikola Kalinic: “Non ci siamo incontrati perché lui è andato a Madrid proprio il giorno in cui arrivavo. Ma ne abbiamo parlato tante volte, di Milano, anche in Nazionale. Mi ha sempre detto cose positive del Milan. Che è una grande società con una grande storia e spero anche futuro”.

In chiusura, incalzato dai cronisti, il croato lascia dubbi su un possibile futuro milanese di un altro compagno di Nazionale, Luka Modric, vicino all’Inter: “Non so se verrà a Milano o meno, non ho parlato con lui ultimamente.”

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.