Milan, retroscena sull’affare Morata: spunta una commissione pagata all’agente

Alvaro Morata

Dopo una lunga caccia al “nome grosso” per quanto concerne il ruolo del centravanti, il Milan si è “accontentato” di profili di tutt’altro appeal, ingaggiando dopo una lunga ricerca Nikola Kalinic dalla Fiorentina, ingaggiato mediante la clausola che lo legava ai viola, oltre all’arrivo di Andre Silva dal Porto.

Tra i tanti nomi trattati dalla dirigenza rossonera, troviamo Alvaro Morata, il quale è stato poi ingaggiato dal Chelsea a suon di milioni. Direttamente da un comunicato della FIGC, giunge un’interessante retroscena circa la trattativa tra Milan e Real Madrid che avrebbe dovuto portare l’attaccante spagnolo ad approdare in quel di Milano ritornando in Italia, dopo l’esperienza biennale con la maglia della Juventus.

La Federazione ha infatti reso noto i compensi percepiti dai procuratori nel corso dell’anno solare 2017 in Serie A; tra le varie transazioni rese note, figurano anche quelle effettuate dal club rossonero per l’avvocato Beppe Bozzo, rappresentate per l’italia di Morata, datate 30 maggio 2017. Spesa rivelatasi inutile, data la fumata nera dell’affare. A riportare è Calciomercato.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.