Milan, quanti giocatori in uscita: ecco come i rossoneri possono fare cassa

Fassone Mirabelli

Otto sono le giornate che mancano alla fine del campionato, ma anche i punti che separano il Milan dalla zona Champions, rappresentata in questo momento dall’Inter. Una scalata difficile, forse impossibile, ma nella quale i rossoneri sperano ancora.

La dirigenza però deve iniziare anche a fare i conti con la possibilità che Gattuso e la squadra non raggiungano il quarto posto e, quindi, cambiare le possibili strategie sul mercato. Il Milan potrebbe provare a fare cassa cedendo un top player (Donnarumma e Suso sarebbero i nomi più caldi), ma c’è da considerare anche che in squadra ci sono parecchi esuberi.

In primis i giocatori che rientreranno dal prestito: Andrea Bertolacci e, probabilmente, Carlos Bacca. Entrambi potrebbero essere ceduti per cifre interessanti. Anche all’interno dell’attuale rosa però ci sono giocatori al di fuori del progetto.

Nonostante la stima che Gattuso nutre per lui, Mateo Musacchio quest’anno ha giocato davvero poche partite, soprattutto sotto la gestione del tecnico calabrese. Altro difensore che non ha praticamente mai giocato è Gustavo Gomez, che potrebbe facilmente volare in Argentina, al Boca Junior.

Luca Antonelli è rossonero da una vita ormai, ma anche lui quest’anno ha giocato pochissimi minuti. Con l’arrivo ormai quasi certo di Strinic, poi, le possibilità di vederlo in campo l’anno prossimo sarebbero davvero basse. Altro giocatore che potrebbe salutare Milanello, ma probabilmente solo in prestito, è Manuel Locatelli: il giovane centrocampista ha bisogno di giocare per crescere e maturare.

Ultimo nome, non per importanza, è quello di Nikola Kalinic. L’attaccante ex Fiorentina è stato probabilmente la più grande delusione del mercato estivo del Milan, almeno fino a questo momento. La sua permanenza dipenderà molto dal finale di stagione, ma è probabile che le strade con il Milan si separino. Possibile, per lui, un futuro in Cina.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio, con il sogno di diventare giornalista. Web content e Social Media Manager per il Napoli Calcio a 5.