Milan, Paqueta non può essere un problema

L’inizio di campionato del primo Milan di Marco Giampaolo non è stato sicuramente dei migliori. Certo, sono arrivati 6 punti su 9, ma le avversarie sono state Udinese, Brescia e Verona (con tutto il rispetto). Fatto sta che, nonostante tutte le difficoltà, i rossoneri sono a pari punti con il Napoli e ad una lunghezza dalla Juve. Adesso però c’è il banco di prova definitivo: il Derby contro l’Inter.

A questo Derby il Milan arriva con tanti dubbi e pochissime certezze. Tra i dubbi c’è quello legato a Lucas Paqueta. Il brasiliano, arrivato a Milano lo scorso gennaio, è stato uno dei perni dell’undici di Gattuso la scorsa stagione. Con Giampaolo però l’ex Flamengo sta trovando qualche difficoltà in più.

In primis la collocazione sul terreno di gioco: mezzala o trequartista? Contro l’Udinese prova opaca (come il resto della squadra) da mezzala e sostituito al 76′. Contro il Brescia parte dalla panchina e subentra a 25 minuti dalla fine: schierato pochi minuti come mezzala, viene poi spostato sulla trequarti e il Milan inizia a creare occasioni a ripetizione. Contro il Verona viene schierato trequartista ma, dopo un primo tempo appena sufficiente e un’ammonizione, Giampaolo decide di sostituirlo all’intervallo.

In seguito alla sfida contro il Verona, ecco la polemica. Paqueta pubblica su Instagram il video di una sua giocata in dribbling tra due uomini con la scritta: “Orgoglioso di essere brasiliano”.
Chiaro il riferimento a Giampaolo che, dopo Milan – Brescia, aveva detto che Paqueta doveva imparare ad essere “meno brasiliano”.
In settimana, poi, il chiarimento tra i due.

A Paqueta sicuramente manca ancora qualcosa dal punto di vista tattico. E sicuramente ha ancora da migliorare sotto parecchi aspetti per considerarsi un top. Ricordiamo però che stiamo parlando di un classe ’97 arrivato appena 9 mesi fa dal campionato brasiliano. Paqueta è, sentiamo di poterlo dire con grande sicurezza, tra i tre giocatori più tecnici del Milan. Probabilmente è presto per costruire una squadra interamente su di lui, ma siamo sicuri che questo giorno arriverà.

Il brasiliano è una risorsa del Milan, non può e non deve essere un problema. I rossoneri e Giampaolo hanno tra le mani un diamante grezzo che può diventare tra i migliori giocatori del nostro campionato.
Chi scrive pensa che il ruolo naturale dell’ex Flamengo sia il trequartista: vorremmo vederlo lì a creare superiorità numerica e a servire assist ai compagni. Ci fidiamo però di Giampaolo e siamo certi che il tecnico riuscirà a trarre il meglio da questo diamante.

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio, con il sogno di diventare giornalista. Web content e Social Media Manager per il Napoli Calcio a 5.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008