Il Milan non l’ha convocato per la sfida di Europa League contro lo Shkendija, vinta dai rossoneri per 6-0 e il futuro di Gabriel Paletta continua ad essere sempre più lontano da Milano. Resta da capire quale sarà la squadra che vorrà investire sul giocatore che ha fatto sapere di gradire una permanenza in Italia.

Su l’italo-argentino nel corso dell’estate ci sono stati diversi sondaggi da parte di club turchi, tutti poco graditi dal giocatore che ha sempre sperato nella permanenza in Serie A. La Fiorentina, che inizialmente sembrava aver avuto un concreto interesse per lui ha poi acquistato ma con l’acquisto definito di Pezzella il club viola non investirà più nel reparto chiudendo la porta all’ex Parma che aveva fatto sapere di apprezzare la destinazione viola. Il Torino era interessato a lui nell’ambito dell’operazione Belotti mai realmente approfondita e allora ad oggi rimangono solo due le occasioni per il suo futuro. 

Da un lato c’è il Fenerbahce pronto a pagare subito 5 milioni al Milan per assicurarsi le sue prestazioni, dall’altro c’è la Lazio a cui il giocatore è stato proposto. Il club biancoceleste sta per cedere Wesley Hoedt al Southampton e ha bisogno di un rinforzo nel reparto. Il problema nell’affare è che il Milan vuole guadagnarci dalla cessione di Paletta e preferirebbe per questo la soluzione turca proprio per il guadagno che porterebbe il giocatore in scadenza nel giugno 2018. La Lazio per ora non ha intenzione di spingersi fino ai 5 milioni proposti dal Fenerbahce, ma la sensazione è che alla fine la volontà del giocatore sarà decisiva. Si attendono sviluppi ufficiali.

CONDIVIDI
Di Catania, appassionato di calcio a livello internazionale ma interessato a tutti gli sport, passione per il giornalismo sportivo.