Milan, Montella: “A Verona si è accesa la miccia, con la Juve voglio il fuoco vero”

L’allenatore del Milan, Vincenzo Montella, ha presentato in conferenza stampa la prossima importante partita del Milan, a San Siro, contro la Juventus:

“Vedo una squadra più coraggiosa e con un’identità più precisa. Le prestazioni ci sono state anche nell’ultimo periodo negativo, nessuno ci ha messo sotto. Il periodo negativo ha aumentato la nostra fame. La squadra sa cosa fare quando ha la palla tra i piedi. Dopo il gol del Chievo poteva esserci un calo e invece non c’è stato, significa che abbiamo più fiducia. Sono felice di questo, era un momento importante della partita. Giocare in casa del Chievo non è semplice, questa vittoria non può bastare, ma ci può dare grande convinzione per andare avanti con il nostro progetto”

Sulla Juventus“La stimo moltissimo. Sanno gestire molto bene tutti i momenti, ho grande rispetto per loro. Sulla carta è una gara impari visto che arrivano da sei scudetti di fila, ma Milan-Juve è sempre una grande sfida. Domani abbiamo le chance per dire la nostra, i giocatori sono gasati di giocare una partita così. Ho grande voglia di batterli. Servirà una partita perfetta, e anche un po’ di fortuna. La Juventus è una squadra completa. Suso? Ha chiuso il campionato da infortunato, non è venuto nemmeno in Cina e quindi ha faticato un po’. Ora è cresciuto in condizione. Credo sia il giocatore con più talento che ho allenato, ho grande stima in lui. Bonucci? Racconto una storiella: quando siamo passati a tre era anche per Conti e si è infortunato. A Verona doveva essere quella del rilancio di Bonucci ed è stato squalificato. Stessa cosa per Bonaventura che si è infortunato nel derby e aggiungo anche Calabria”

Su Max Allegri“Lo stimo moltissimo per il suo equilibrio, anche nell’ultimo anno al Milan ha saputo gestire la situazione difficile con grande equilibrio. Non credo che mercoledì fosse così scontento della prestazione dei suoi. Quella di domani è la partita che ci può dare la svolta immediata, ci può dare la spinta in più sotto tutti i punti di vista. Le due vittorie dello scorso anno? Quella in campionato è stata quasi inaspettata, l’altra ci ha regalato un trofeo. Ora, però, è tutto diverso”

“Formazione? Prima devo fare le prove in allenamento, devo ancora decidere – prosegue il tecnico rossonero – la classifica continuo a non guardarla. Spero di iniziare a guardarla verso Natale. CalhanogluPuò fare di più, credo abbia bisogno di fare un grande gol a San Siro. Spero possa farlo domani. Posso dire che qualche sassolino ce l’ho e me l’hanno infilato anche di nascosto, ma le mie scarpe sono comode. Per me l’importante è avere la fiducia della società e della squadra. Non dobbiamo accontentarci. A Verona si è accesa la miccia, domani voglio vedere il fuoco vero

 

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.