Dal giorno del suo addio al calcio, il 31 maggio 2009, Paolo Maldini non ha più fatto parte del Milan nemmeno come dirigente, come capitato invece a Javier Zanetti e Pavel Nedved nei rispettivi club.

L’ex capitano rossonero, con il passaggio della società da Belusconi a Li Yonghong, sarebbe potuto tornare a far parte del club che lo ha cresciuto e reso leggenda, come rivelato dallo stesso Maldini ai microfoni di Fabio Fazio nel corso della trasmissione Che Tempo Che Fa in onda su Rai 3:

“Ho avuto qualche incontro con i cinesi. Quando li ho visti ho pensato che passare da Berlusconi a loro era un bel salto, e infatti… Non c’erano le condizioni. Scherzi a parte, dobbiamo essere pronti a questi investitori stranieri. I miei figli sono spiriti indipendenti e penso che dunque non indosseranno mai la mia maglia numero 3, anche se ne avessero la possibilità. Fa impressione sentire in telecronaca il mio nome, per mio figlio nelle giovanili del Milan”.


CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008