Milan-Inter, Maldini: “Partita molto delicata per entrambe le squadre. L’influenza emotiva nel Derby varia in base all’età”

Paolo Maldini

Con una carriera più che trentennale vissuta tutta con la maglia del Milan, dagli inizi fino al ritiro, Paolo Maldini è sicuramente tra i calciatori che ha disputato più Derby di Milano in assoluto, vivendo gioie e dolori causate da vittorie e sconfitte, emozioni che, come sappiamo, nella stracittadina milanese sono sempre di più rispetto ad una normale partita.

L’ex difensore milanista ha parlato ai microfoni di William Hill per la rubrica ChiediloAlCapitano, parlando proprio del “Derby della Madonnina” nel corso degli anni e di quello che si disputerà domani, analizzando la situazione di entrambe le squadre. La leggenda del calcio italiano, nonché icona calcistica a livello mondiale, ha affermato che le emozioni, durante i Derby, influiscono in modo diverso nel corso degli anni, dicendo che quando si raggiunge un’età adulta si riesce a gestire meglio la calma. Successivamente, lo stesso Maldini ha analizzato l’incontro di domani tra le milanesi, dicendo che è una situazione delicata per entrambe, soprattutto per l’Inter, visto che stanno cercando di raggiungere i proprio obiettivi e fare risultato, ricordando poi il sogno quarto posto per il Milan. 

Ecco le parole di Maldini:

“I derby li ho affrontati in maniera diversa perché erano in età diverse. A sedici, diciassette anni, purtroppo, l’aspetto emotivo può incidere anche sulla prestazione. Mentre dopo i trenta-trentacinque anni hai più sicurezza sicuramente e forse te li godi anche di più. Non ho mai pensato di poter far male al mio avversario anche se il calcio è uno sport di contatto. Anche perché il mio unico obiettivo e forse anche il mio unico amore nel mondo del calcio è proprio la palla. Ero concentrato sui vari rimbalzi del pallone e guardavo solo quello. Il prossimo derby sarà una partita molto delicata soprattutto per l’Inter che in condizione peggiore rispetto al girone di andata. Il Milan, invece, che è partito molto male anche a causa dei tanti acquisti e del cambio di società ha trovato finalmente l’idea di squadra vera. Il Milan ha anche il sogno di raggiungere il quarto posto, vedremo…”

Guarda Anche...

CONDIVIDI