Milan, incontro con la UEFA per il “voluntary agreement”

Marco Fassone

La Serie A è in pausa per dare spazio alle Nazionali impegnate a guadagnarsi il proprio posto nel tabellone dei Mondiali 2018 in Russia ma il Milan è volato a Nyon per poter parlare con la UEFA.

L’amministratore delegato rossonero, Marco Fassone, ha richiesto al massimo organo calcistico europeo di poter presentare il “voluntary agreement”, ovvero un piano economico agevolato durante il regime di FPF. La UEFA ha tempo fino a questo Natale per comunicare la decisione ma una risposta potrebbe arrivare già al termine dell’incontro.

Nel caso in cui la UEFA non dovesse accettare il piano proposto dalla dirigenza del Milan, i rossoneri potrebbe cadere nelle sanzioni classiche come: riduzione della rosa, contenimento del monte ingaggi e blocco del mercato.

 

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.