Il portiere del Milan e della Nazionale Gigio Donnarumma, accusato di aver bestammiato in occasione di Sampdoria-Milan dopo il secondo gol doriano.

Il portiere classe ’99 non è stato squalificato perché, dalle immagini esaminate, non si è riusciti ad accertarsi sulle sue effettive parole pronunciate.

Scagionato per la stessa ragione anche l’esterno difensore della Sampdoria Puggioni, mentre è stato squalificato il vice di Di Francesco Tomei per avere, al 45° del secondo tempo, a seguito della rete della squadra avversaria, proferito per tre volte espressioni blasfeme, chiaramente udite nei pressi della panchina; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale”. 

CONDIVIDI