Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa in vista della gara di domani contro il Betis. Ovviamente l’allenatore rossonero ha affrontato anche l’argoemento Derby.

Ecco le sue parole, riportate da tuttomercatoweb:

Gattuso su Higuain: “Si è innervosito nei primi 10-15 minuti, si è innervosito perchè non gli è arrivata la palla. Conoscendolo caratterialmente vuole essere premiato quando fa quei movimenti. Facevamo fatica a sviluppare, non lo abbiamo sfruttato al massimo il Pipita”.

Gattuso sui giocatori poco usati: “Se domani giocano titolari non è perchè stanno dietro alla critiche. Se domani scendono in campo chi ha giocato meno non è perchè ascolto le critiche, ma perchè l’ho scelto io. Castillejo e Laxalt hanno giocato spezzoni, Bakayoko in Europa ha giocato, pure Reina in Europa ha sempre giocato. Sono contento che sono qui, a livello tattico hanno avuto difficoltà e ci vuole tempo. Ma sono contento e orgoglioso di averli con me”.

Gattuso sul Betis: “E’ una squadra che palleggia in un modo incredibile, fa pochi gol perchè non riesce a concretizzare ma fa molto possesso palla, ha una squadra che ha benzina nelle gambe. E’ una gara difficile, loro ti fanno correre tanto”.

Gattuso ancora sul derby: Non mi sento tradito dai miei giocatori, ci sono dinamiche che non si possono spiegare. Mi sento offeso quando si dice che abbiamo giocato per il pareggio. Ma una squadra in difficoltà che non è riuscita ad esprimere il suo potenziale. Come fate a dire che abbiamo preprato le partite per pareggiare? Come si fa a preparare una gara per pareggiare?”.

Gattuso su Donnarumma: “Non sono d’accordo con chi vuole metterlo in panchina. E’ in crescita ed è più affidabile dell’anno scorso, le scelte le faccio io ma non vado dietro i tifosi, vedo un ragazzo tranquillo. Ha avuto un lutto familiare l’altro ieri, è venuta a mancare la nonna, ma deve lavorare con personalità e non pensare a nulla. Gli errori ci possono stare nel calcio”.

Gattuso e le riflessioni sul derby: “Non siamo stati bravi a dare i palloni a Higuain. Il 30% è colpa del Pipita, il 70% della squadra e mia, perchè non l’abbiamo saputo sfruttare. Comunque tutte queste occasioni per l’Inter non le ho viste”.

Gattuso sui punti lasciati per strada: “Sappiamo che ci sono demeriti, dobbiamo fare più attenzione. Bisogna farsi trovare pronti e commettere meno errori possibili. Sul gol preso nel derby ci sono tanti errori, non solo di Donnarumma. Ora non si può tornare indietro e dobbiamo migliorare qui a Milanello. C’è tanta pressione sul Milan. Ho perso 6 partite in campionato e sembra che ho perso tutte le partite. Però mi sta bene, perchè il responsabile sono io e non i giocatori, questo mi sta bene”.

Gattuso e i giocatori: “I ragazzi devono dare il massimo per la società, poi c’è qualcuno che parla bene o male, c’è qualche procuratore che mi rompe le scatole. Devo solo pensare a dare il massimo, sono un allenatore giovane che allena da 5 anni e può ancora migliorare. Sono contento quando vinciamo non quando i miei giocatori parlano bene di me”.

Gattuso sul derby: “La gara non è stata preparata per pareggiare, ma per affrontare l’Inter in un certo modo. Siamo venuti a mancare nel palleggio, potevamo farlo meglio. Non è assolutamente vero che l’abbiamo preparata per pareggiare. Brucia perdere una gara così, ma non è tutto da buttare”.

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio: milanista.