Milan, Gandini verso il ritorno: non c’è nessuna clausola di non concorrenza con la Roma

Si sta facendo sempre più concreta la possibilità di vedere Umberto Gandini nuovamente nell’organigramma del Milan dopo l’incarico, ricoperto fino al 2016 e per più di 20 anni, come direttore tecnico.

Infatti, l’ormai ex amministratore delegato della Roma è attualmente svincolato, visto il suo incarico con i giallorossi terminato lo scorso 27 settembre, e avrebbe preso in seria considerazione un ritorno in rossonero. 

Gli ultimi aggiornamenti riguardanti la situazione sono stati resi noti da Calcio e Finanza e risultano essere estremamente positivi per i milanisti. Infatti, era da giorni che si parlava di una possibile clausola di “non concorrenza” con i romanisti, la quale non avrebbe permesso al dottore di esercitare altri incarichi e avrebbe, di fatto, fermato la trattativa. 

Il noto portale ha però rivelato che, nonostante ci fosse stata la possibilità di esercitare tale clausola (valida per i 6 mesi successivi alla cessazione dei rapporti con la Roma), le due parti non hanno deciso di applicarla al momento della risoluzione del contratto lavorativo.

Non sembrerebbe esserci, dunque, nessun problema in vista per i lombardi, che nei prossimi giorni cercheranno di chiudere per il nuovo ad ed ufficializzare il tutto. 

CONDIVIDI