Milan, Galliani: “Ho scritto a Fassone e Gattuso dopo i rigori con la Lazio”

galliani

Adriano Galliani, nonostante abbia abbandonato il Milan nell’aprile 2017 per lasciare posto a Yonghong Li, ha spiegato come continui a seguire i rossoneri.

Come molti brianzoli, Galliani ha ammesso che inizialmente tifava per la Juventus ma dopo 31 anni di lavoro al Milan la sua fede calcistica è cambiata. Ora come ora è candidato al Senato con il partito politico Forza Italia di Silvio Berlusconi, con le elezioni si svolgeranno lo stesso giorno del derby di Milano.

Correva l’anno 2001 quando i rossoneri travolsero 6-0 i nerazzurri e dopo due giorni Berlusconi e la Casa delle Libertà sconfissero Francesco Rutelli e l’Ulivo: “Si può ripetere questo scenario? Un 6-0 sarebbe chiedere troppa grazia a Sant’Antonio – ci scherza su l’ex amministratore delegato -. Però una doppietta sarebbe bella».

Sulla sfida di mercoledì sera contro la Lazio, con la finale conquistata dopo la lotteria dei rigori: “Come per quelli della Supercoppa di Doha. Poi ho subito mandato un messaggio a Fassone, a Gattuso, a un pò di giocatori che hanno segnato i rigori, tipo Bonaventura e Romagnoli, e a Gigio Donnarumma che li ha parati».

Guarda Anche...

CONDIVIDI