L’ad del Milan Marco Fassone ha parlato nel corso della presentazione di Lucas Biglia, con l’ormai classico rito delle “cose formali” pubblicato sui social.

Decimo giocatore che si aggiunge alla rosa del Milan, a questa squadra che pensiamo di aver rinforzato in ogni reparto con l’apporto di giocatori giovani, giocatori esperti, italiani e internazionali. Lucas è l’ultimo di numero, ma il primo al quale avevamo pensato. Ricordo che con Mirabelli avevamo pensato a Biglia a settembre dello scorso anno e che le prime telefonate col presidente Lotito furono a ottobre, quando gli avevo parlato di Lucas e gli avevo detto che se il closing fosse andato in porto gli sarei venuto a rompere le scatole per Biglia. È stata una trattativa sfinente, che si è completata soltanto venerdì o sabato della scorsa settimana, ma sulla quale abbiamo messo un puntiglio, una voglia e una dedizione infinita.

Un giocatore come lui ci serve come il pane: è un leader, il capitano della nazionale argentina, si mette in mezzo al campo a pilotare la squadra. È un giocatore che ci aiuterà sicuramente a ritornare immediatamente competitivi. A Lucas giunge ufficialmente il nostro benvenuto. Ieri abbiamo consegnato le liste per la Uefa, non troverete i nome di Bonucci e Biglia: si tratta solo problemi tecnici e di tempi legati alla nostra trasferta, che saranno risolti al nostro rientro in Italia”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008