In casa Milan il nuovo management si è insediato da circa quindici giorni. La dirigenza scelta dalla proprietà cinese è al lavoro per gettare basi solide in grado di riportare i rossoneri al vertice del calcio italiano e, soprattutto, europeo. L’amministratore delegato del club di Via Aldo Rossi, Marco Fassone, ha parlato di questo e molto altro ai microfoni di MilanTV. Queste le sue parole, riportate da MilanNews.it:

Sulle prime settimane: “Sono andate bene, quindici giorni passati con una rapidità incredibile. Sto incominciando a gestire la macchina, non abbiamo tempo da perdere. E’ un momento impegnativo ma eccitante al tempo stesso”.

Sull’aumento di capitale: “Abbiamo letto un po’ di confusione sui giornali. Quello che deve interessare ai nostri tifosi è che è un segnale molto importante. Fin dal primo CdA che abbiamo fatto il 14 aprile abbiamo sottoposto alla nuova proprietà e agli azionisti il piano dell’anno prossimo evidenziando come, a fronte degli investimenti importanti che intendiamo fare per rinforzare la squadra e per essere competivi nel più breve tempo possibile, si genererà la necessità di fare degli aumenti di capitale, che abbiamo già programmato e previsto. Il presidente ha accolto la richiesta del CdA e si è già impegnato a garantire alla società un apporto di capitali importanti. Non dobbiamo fare l’equazione che tutti i capitali che arrivano verranno utilizzati per il mercato. Perchè abbiamo fatto un’attività di finanziamento da circa 120 milioni attraverso la quale otteremo i fondi per sostenere la campagna acquisti e poi c’è una gestione del Milan che l’anno prossimo avrà ancora delle perdite. E queste perdite, che sappiamo già in che misura, saranno compensate dagli azionisti. Questo ci fa dormire sonni tranquilli e danno a chiunque il segnale di una proprietà presente, che vuole investire e che vuole avere un Milan forte nel breve termine”.

Sull’obiettivo Europa League: “L’ho detto, ma è bene ribadirlo. L’Europa League per qualcuno è più un peso che un vantaggio. Noi crediamo che sia un passaggio obbligato per riprendere le abitudini a giocare in quel contesto, a riprendere l’abitudine di avere la partita infrasettimanale. Se abbiamo l’obiettivo di andare in Champions già dal 2018/2019, l’obiettivo Europa League per noi sarebbe un passaggio fondamentale”.

Su Montella: “Ogni tanto basta fare un pareggio e rispuntano i dubbi. Il mister ha la stima totale di dirigenza e proprietà. Con lui ci si sente quotidianamente. Sgombriamo per l’ennesima volta dal tavolo qualsiasi possibile dubbio sulla guida tecnica del club”.

Sulla prossima squadra: “Il rischio è che ci siano distrazioni proiettate sul mercato, ma questa squadra ha fatto bene. E’ fondata su giocatori molto giovani, che hanno certamente bisogno di fare esperienza, che hanno un potenziale di crescita altissimo. La base ce l’abbiamo, per fortuna. E’ evidente che faremo qualche innesto, che metteremo qualche giocatore di esperienza, qualche giocatore di qualità che elevi il tasso tecnico del club. A dimostrazione del lavoro che è stato fatto in passato, molti di questi giovani arrivano dal settore giovanile”.

Su Milan-Roma: “Mi auguro sia una bella partita e magari di successo”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008