Continuano i problemi societari in casa Milan e non è bastata la mediazione del presidente Yonghong Li nel cercare nuovi soci ed il pagamento dei 32 milioni di euro al fondo Elliott.

La società americana, però, ha constatato la mancata copertura del debito ed, secondo quanto riportato da SportMediaset, ha avviato le pratiche per l’escussione del pegno delle azioni del Milan ed entro tre giorni avrà il via libera dal tribunale del Lussemburgo per gestire il Milan.

Josh Swidler, Senior Portfolio European Manager di Elliott, dopo aver chiuso la pratica, convocherà il CdA rossonero per convertire il credito in azioni ed aggiungere i 150 milioni di euro per la cassa e il mercato.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008