Milan, dalla cifra al problema sulle tempistiche: le novità sul riscatto di Bakayoko

Il Milan a fine stagione punta al riscatto di Tiemoue Bakayoko dal Cheslea anche se l’affare potrebbe complicarsi a causa di diversi fattori, in particolare due, non tutti dipendenti dalla società rossonera.

Innanzitutto serve ricordare che il prezzo stabilito per il riscatto è di 35 milioni, cifra che il Milan dovrà valutare attentamente a causa del Fair-Play Finanziario. Ma principalmente non è questo il problema. O meglio, da questo dettaglio potrebbero aprirsi diverse strade. Come riporta Calciomercato.com, i rapporti tra Milan e Chelsea sono ottimi, in virtù anche dell’affare Higuain ma i rossoneri potrebbero prendere tempo prima di comunicare ufficialmente la volontà di riscattare Bakayoko. In questo caso il Chelsea potrebbe ascoltare altre eventuali proposte e qualora dovesse arrivare un’offerta convincente i Blues verosimilmente la prenderanno in considerazione.

In secondo luogo negli ultimi giorni è uscita la voce di un possibile inserimento di Kessie nella trattativa, il quale andrebbe al Chelsea. Il Milan ha priorità diverse perché Frank è indispensabile per la squadra rossonera e per farlo partire servirà un’offerta da capogiro. Per questo motivo il Milan dovrà valutare le strategie per il riscatto di Bakayoko, cresciuto moltissimo dopo un avvio di stagione complicato. Servirà pazienza, è vero, ma nemmeno troppa.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008